Alitalia, Orlando: “Il premier Berlusconi ci sembra in piena confusione”

 

“Il premier Berlusconi ci sembra in piena confusione. Quando incontra la Merkel sceglie Lufthansa, quando incontra Sarkozy sostiene Air France”.

Così Andrea Orlando, portavoce del Pd, commenta la linea del governo sulla vicenda Alitalia.

“La svendita di Alitalia da parte di Berlusconi – continua Orlando – è il risultato scontato di un percorso che si sta rivelando una farsa: più costi per gli
italiani, meno posti di lavoro, meno vantaggi per gli utenti, meno voli a disposizione”.

“Oggi apprendiamo – ricorda Orlando – non solo dai vari Cicchitto, Capezzone e compagnia, ma anche dal premier in persona che da Lufthansa, in questi mesi, non è mai
arrivata nessuna offerta. Vorrei però ricordare che solo poche settimane fa, al vertice italo-tedesco, Berlusconi annunciava ai quattro venti di aver scelto nella compagnia
tedesca il partner ideale per la nuova Alitalia (salvo poi preferire Air France quando incontrava Sarkozy).

Insomma – conclude Andrea Orlando – il governo Berlusconi ha gestito questo dossier in modo irresponsabile con offerte che vanno e vengono, dilettantesco e possiamo dire
senza timore di essere smentiti, con rilevanti danni erariali per le casse dello stato”.

 

Leggi Anche
Scrivi un commento