Alitalia, Cattaneo: «non è Malpensa causa della crisi»

Milano – «Spinetta non sia fazioso e non interpreti i dati per giustificare i suoi progetti, non può dare la colpa a Malpensa se Alitalia è al collasso, è vero
piuttosto il contrario: Alitalia è la causa del proprio male e del mancato sviluppo di Malpensa».

Lo afferma l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo, replicando alle affermazioni del presidente di Air France.
«L’incapacità organizzativa di Alitalia – prosegue Cattaneo – che non ha avuto il coraggio di investire veramente sul mercato, ha causato la propria crisi definitiva e frenato
Malpensa. Ci devono spiegare come può essere Malpensa la causa principale delle perdite di Alitalia: si tratta infatti di un aeroporto che serve il terzo bacino per numero di utenti
d’Europa, efficiente (il rapporto bagagli disguidati è stato nel 2007 di 37/1000 contro i 170/1000 di Fiumicino), puntuale (Malpensa è stato il terzo hub europeo per
puntualità nel 2006 e primo nel primo semestre 2007), con tariffe aeroportuali competitive (la tariffa per passeggero a Malpensa è di 18,59 euro mentre a Parigi è di 75,76
euro) e in grado di garantire aerei pieni mediamente al 74,22% e all’84% per i voli intercontinentali».

«Non sono forse questi – conclude Cattaneo – gli elementi che una compagnia aerea deve prendere in considerazione per poter organizzare al meglio il proprio business? Con numeri di questo
genere se Alitalia perde a Malpensa il problema non è Malpensa».

Leggi Anche
Scrivi un commento