Alessandria: messa in sicurezza del bacino di Ortiglieto

Alessandria – Da anni la Provincia di Alessandria, rappresentata dall’assessore Gian Franco Comaschi nell’ambito delle deleghe di sua competenza, in stretta collaborazione con tutti gli
enti locali del territorio ed in particolare con il sindaco del Comune di Molare, Gianmarco Bisio, porta avanti l’importante progetto di recupero e messa in sicurezza dell’area del bacino di
Ortiglieto, una delle risorse naturali primarie del territorio locale.

Dopo una serie di iniziative volte al ripristino dell’invaso, ormai quasi completamente interrato, e la costituzione del tavolo tecnico, che vede l’ente provinciale quale soggetto coordinatore,
al fine di valutare le differenti problematiche che interessano l’area, individuando i possibili interventi che rispondano alle esigenze di sicurezza e sfruttamento della risorsa idrica per
scopi idropotabili, irrigui, energetici e turistico-naturalistici, la Provincia è intervenuta coordinando il gruppo di lavoro ed approvando la predisposizione dello studio preliminare
del torrente Orba nell’area della diga Bric Zerbino, che individui le effettive potenzialità di utilizzo della risorsa idrica.

«Le ripetute emergenze idriche che si sono succedute nei periodi estivi – ha detto l’assessore alla Pianificazione Territoriale, Gian Franco Comaschi – hanno confermato ulteriormente la
necessità di arrivare il più presto possibile ad una regimazione annuale della risorsa idrica per poterne disporre, nei periodi di maggior necessità, sia per scopi
idropotabili che per garantire sufficienti portate idriche che permettano l’uso irriguo ed energetico, mantenendo, comunque, un adeguato deflusso lungo l’intero alveo del torrente e preservando
l’integrità di uno degli ecosistemi più importanti del territorio alessandrino».

A questo scopo e per fare il punto della situazione in vista degli interventi definitivi, il 23 gennaio prossimo, alle 10.30, si svolgerà presso la Provincia di Alessandria un importante
incontro – al quale parteciperanno le Regioni Piemonte e Liguria, le rispettive Province e tutti gli enti locali del territorio – incentrato sulla messa in sicurezza della diga Bric Zerbino,
con conseguente aggiornamento dell’attività del commissario incaricato dell’operazione, l’ingegner Pier Giorgio Perelli, che darà informazione circa la delimitazione dell’alveo ex
lago Zerbino, della diga Bric Zerbino e delle relative pertinenze per la formale acquisizione al demanio dello Stato e dell’affido dell’incarico allo studio idrogeologico idraulico. L’assessore
Gian Franco Comaschi ed il sindaco Gianmarco Bisio sottolineano, inoltre, l’importanza di questa fase nella quale, di concerto con gli altri interlocutori interessati, sarà discusso il
progetto di intervento di messa in sicurezza del sito, con relativo esame e aggiornamento dei programmi di sviluppo, infrastrutturali e socio-economici dell’invaso di Ortiglieto.

Leggi Anche
Scrivi un commento