Alessandria: candidatura al programma Lifelong Learning

Alessandria – vicepresidente e l’assessore alla Pubblica Istruzione, Maria Grazia Morando e Massimo Barbadoro, hanno informato la Giunta provinciale, presieduta da Paolo Filippi, della
candidatura, avanzata dall’ente, del progetto «Riconoscimento di competenze per l’istruzione e la formazione professionale di adulti, acquisite in ambito non formale e informale –
COMPEDA», inserito nel Programma Lifelong Learning – Programma Settoriale Leonardo da Vinci TOI (Transfer of Innovation), che vuole promuovere, all’interno della Comunità, gli
scambi, la cooperazione e la mobilità tra i sistemi di istruzione e formazione, in modo che diventino punto di riferimento per la qualità a livello mondiale.

In particolare, il programma Leonardo da Vinci mira a sviluppare le capacità e le competenze di insegnanti, formatori e tutor operanti nel campo dell’istruzione e della formazione
professionale, promuovendo la trasparenza e il riconoscimento delle competenze e delle qualifiche.

«La Provincia di Alessandria esercita le deleghe regionali per l’individuazione dei fabbisogni formativi, la selezione delle proposte e delle offerte educative, il finanziamento e il
monitoraggio – spiega il presidente Paolo Filippi – individuando fra le sue priorità la creazione di un sistema integrato fra istruzione pubblica e formazione professionale regionale, in
grado di preparare il contesto educativo locale allo sviluppo di esperienze formative».

In tal senso, la Provincia sostiene il progetto Polis, che offre a giovani di età superiore ai diciotto anni e senza diploma e ai lavoratori ultra venticinquenni la possibilità di
conseguire il diploma di scuola superiore in un numero minore di annualità, con il riconoscimento di titoli di studio, crediti e/o qualifiche ottenuti all’estero (anche extra UE). E’,
inoltre, possibile ottenere, in aggiunta al diploma, una qualifica professionale, grazie alla presenza nei corsi Polis delle agenzie formative che, in parallelo ai docenti del sistema di
istruzione pubblico nazionale, svolgono un programma di formazione finalizzato alla qualifica spendibile direttamente in impresa.

«Dal 2002 l’esperienza di Polis ha consentito a circa 400 lavoratori di ottenere un diploma superiore nelle diverse specializzazioni – precisano il vicepresidente Maria Grazia Morando e
l’assessore Massimo Barbadoro – e la Provincia si pone l’obiettivo di elevarne il numero di beneficiari, portandolo a 700 unità nei prossimi tre anni. L’idea, dunque, è quella di
prendere spunto da questa esperienza, allargando l’ambito di riferimento a tutto il contesto educativo in cui sia possibile attuare modalità di integrazione fra sistemi».

Partner del progetto, il cui budget totale ammonta a 300 mila euro, finanziati al 75%, sono, insieme alla Provincia, l’Ufficio Scolastico della Regione Piemonte, IAL Piemonte, Rete CTP
Piemonte, il Parco Scientifico Tecnologico, API, Deeside College (UK), Skive Tecnica Institute (DK), Stichting Kenniscentru Beroepsonderwijs Bedrijfsleven Transport en Logistiek (NL), Hellenic
Regional Development Centre (EL), Sociedade Portuguesa de Inovacão (PT).

Leggi Anche
Scrivi un commento