Al Piemonte il «Buongusto» delle vignette di Vincenzo Buonassisi

È stato un successo quasi inaspettato, sia di pubblico che di critica, per la collezione «Vignette di Buongusto», inedita mostra di vignette umoristiche dalle raccolte
personali di Vincenzo Buonassisi, esposta per la prima volta presso Fiera Milano in occasione di Simei, 22° Salone internazionale macchine per l’enologia e l’imbottigliamento) ed Enovitis
(6° Salone internazionale delle tecniche per la viticoltura e l’olivicoltura), la mostra ha registrato infatti grandi consensi di critica e un notevole afflusso di pubblico.

Con Vignette di Buongusto, Unione Italiana Vini ha voluto creare un momento culturale di alto spessore all’interno di un evento tecnico ed indirizzato principalmente al business, quale è
appunto Simei – Enovitis. Una scelta strettamente collegata con il tema di Simei e Enovitis: una fiera internazionale non poteva infatti che ospitare un evento culturale dedicato ad un
personaggio internazionale come Vincenzo Buonassisi, che per il mondo vitivinicolo è sempre stato un grande punto di riferimento. Una scelta che i 51.760 visitatori di Simei-Enovitis
hanno dimostrato di apprezzare.

L’evento è stato il modo ideale per ricordare Vincenzo Buonassisi, il primo grande giornalista critico di enogastronomia, e ripercorrere, attraverso le 94 tavole in esposizione, la vita
e le amicizie di Buonassisi, raccolte in quella quarantina di firme note (Cavandoli, Clericetti, Laura Fiume, Isca, Jacovitti, solo per citarne alcuni) che con Vincenzo hanno condiviso tanti
momenti.

Vignette di Buongusto è infatti un patrimonio di arte umoristica nato in nome dell’amicizia con “Vincenzo” e cresciuto negli anni ai margini di incontri conviviali, fatti di “buonumore,
buongusto e buona tavola”. Artefice di questa iniziativa Unione Italiana Vini che, insieme alla compagna di una vita di Buonassisi, Anna Pesenti, ha voluto offrire il piacere di queste
vignette, “umoristiche, satiriche, caricaturali ma assolutamente artistiche”.

Al termine della mostra, l’intera collezione è stata acquistata, grazie al sostegno della Regione Piemonte, dalla delegazione piemontese dell’Associazione «Donne del
Vino«
, associazione che riunisce produttrici, enotecarie, ristoratrici, sommelier di tutta Italia. Vincenzo Buonassisi ne fu un sostenitore sin dalla sua fondazione, nel 1988.
“Sono molto contenta che le Donne del Vino del Piemonte abbiano deciso di acquistare la collezione, per due importanti ragioni” afferma Anna Pesenti, compagna di sempre di Vincenzo
Buonassisi e tra le fondatrici delle Donne del Vino “anzitutto sarebbe stato un vero peccato se la collezione fosse stata suddivisa in tante piccole parti, perdendo così il senso
della storia che vuole raccontare, e grazie alle Donne del Vino piemontesi questo non succederà. In secondo luogo, sono stata davvero felice di sapere che la collezione era stata
acquistata proprio dalle Donne del Vino, perchè Vincenzo è sempre stato legato a questa associazione e all’universo femminile in generale. Sono certa che le amiche del Piemonte
sapranno valorizzare al meglio questo patrimonio”.

Sempre nell’ambito di Simei – Enovitis, si è tenuta anche la mostra “Vignettando”, a cura del giornalista e scrittore enogastronomo Alessandro Molinari Pradelli, che ha curato anche i
testi del catalogo Vignette di Buongusto. Il catalogo “Vignette di BuonGusto” oltre alle opere esposte e ad una breve recensione, riporta anche i profili degli autori, ed è disponibile
in alcune librerie milanesi. e presso Unione Italiana Vini (Tel. 02/72222848).

Leggi Anche
Scrivi un commento