Agrofarma: “I prodotti alimentari italiani sono sicuri”

Agrofarma: “I prodotti alimentari italiani sono sicuri”

Milano – In occasione della pubblicazione da parte del Ministero della Salute dei risultati del Controllo ufficiale sui residui di prodotti fitosanitari negli alimenti, relativi all’anno 2014, Agrofarma – Associazione nazionale imprese agrofarmaci che fa parte di Federchimica – esprime la sua piena soddisfazione per i dati che confermano quanto i prodotti alimentari italiani siano sicuri per il consumatore, anche a confronto con il resto d’Europa.

Dall’analisi effettuata su quasi 9000 campioni (ortofrutta, cereali, olio, vino) emerge, infatti, che nel 99,7% dei casi sono stati rispettati i limiti sui residui previsti dalla legge. Tale dato è ancora più positivo se si considera che la percentuale di campioni non regolamentari è notevolmente diminuita nel corso degli ultimi anni e anche solo rispetto all’anno precedente (2013), nel quale si rilevavano irregolarità nello 0.5% dei casi.

Sono allo stesso modo soddisfacenti i risultati delle analisi effettuati sul baby food, cereali, olio e vino, dove i campioni presi in esame sono risultati tutti regolamentari.

L’Italia si conferma territorio di eccellenza per la sicurezza alimentare anche a livello europeo: la percentuale di campioni superiori ai limiti massimi di residui risultanti nel programma di monitoraggio UE oscilla dal 3.0% del 1996 all’1.5% del 2013, mostrando un livello medio di superamenti decisamente superiore a quello medio registrato sul territorio nazionale.

 “I dati del rapporto confermano sempre più il ruolo di leadership italiana in tema di sicurezza alimentare, tanto a livello europeo quanto globale – ha dichiarato Andrea Barella, Presidente di Agrofarma – ciò grazie anche al costante impegno nella ricerca scientifica da parte delle aziende produttrici di agrofarmaci, finalizzato a mettere a disposizione degli agricoltori prodotti sempre più mirati e sicuri per i consumatori e l’ambiente”.

L’Associazione rinnova il suo impegno, attraverso le attività di monitoraggio, controllo, Ricerca e Sviluppo, a migliorare ancora di più gli standard di sicurezza degli alimenti presenti sul mercato italiano.

Chiara Danielli
Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento