Acqui Storia, Zacchera (AN-PDL): «Guai a toccare le giurie della sinistra»

Verbania – «Non comprendo le polemiche scatenate in questi giorni a danno dell’assessore alla cultura di Acqui Terme dr Carlo Sburlati solo perché rinnovando la giuria del
premio Acqui Storia ha osato toccare ‘gli intoccabili della sinistra’ indicando personalità della cultura e dell’informazione di indiscusso merito e riconosciuta competenza professionale
come Mauro Mazza (Direttore Tg2) Pietrangelo Buttafuoco e Gennaro Malgieri».

«Ricordiamoci di tutti i premi letterari in cui non è ammesso a chi non è di sinistra essere un giurato. Perché in Piemonte non si chiede una ‘par condicio culturale’
a tutti i livelli?»

Questa la dura reazione dell’esponente piemontese di AN-PDL On.le Marco Zacchera che in merito alle ‘paventate irritazioni degli Sponsor’ sottolinea quanto sia delicata anche la questione
chiedendosi se gli sponsor siano indipendenti o legati alla sinistra, oppure semplicemente sono oggetto di pressioni informali.

«Mi chiedo»- prosegue Zacchera- «come possa essere attaccato l’assessore Sburlati quando motiva la scelta dei nuovi giurati specificando che ‘il rinnovamento della giuria
è avvenuto di concerto con gli enti organizzatori del Premio, per amplificare e rafforzare il successo della quarantesima edizione, che ha ampiamente superato il livello di eccellenza e
di visibilità televisiva e mediatica delle edizioni dei decenni scorsi’.»

«Infine»- conclude l’esponente piemontese AN-PDL- «vorrei tanto sapere come mai quando sì è lontani dalle campagne elettorali tutti riconoscono i meriti
dell’assessore Sburlati? Perchè il direttore Mauro Mazza va bene se deve ritirare il premio Acqui Storia e viene contestato se poi si rende disponibile a far parte della giuria?
Perché in Piemonte la ‘KULTURA’ deve da sempre collocarsi a sinistra e non si trova il coraggio di abbattere questi ipocriti santuari?«

Leggi Anche
Scrivi un commento