Acqua minerale: consumi e problemi in Svizzera

L’acqua minerale è diventata il top delle bevande. In treno, per strada, a scuola, ovunque si vede la bottiglietta da mezzo litro, riempita d’acqua minerale naturale o, di recente,
con l’aggiunta di aromi alla frutta.

Negli ultimi vent’anni il suo consumo è quasi raddoppiato: dai 69 litri a testa del 1990 ai 121 del 2007 (le bibite dissetanti arrivano a 80 e la birra a 57 litri).

Ma c’è chi rema contro. Come gli ecologisti, acerrimi nemici delle bottiglie di plastica: nella loro lotta coinvolgono l’acqua imbottigliata, non importa di che tipo.

O come il consigliere nazionale Jacques Neirynck, che in autunno presenterà una mozione con due richieste: divieto di vendita d’acqua in bottiglia e obbligo di prescrizione medica
per l’acqua minerale. Difficile che passi, ma è un segno dei tempi.

Leggi Anche
Scrivi un commento