Accordo quadro Regione Lazio – ministero del Commercio Estero

Lazio, 19 Dicembre 2007 – Rilanciare il ruolo del Lazio all’interno delle strategie del commercio internazionale rafforzando la collaborazione con il ministero del Commercio estero.
Questo lo scopo dell’accordo quadro di programma sull’internazionalizzazione firmato oggi tra ministero del Commercio estero e Regione Lazio dal presidente Marrazzo, che assieme all’assessore
regionale De Angelis hanno accolto il ministro Emma Bonino nella sede di via Cristoforo Colombo.

Obiettivo dell’accordo è sviluppare e favorire le possibili forme di collaborazione fra ministero del Commercio internazionale e Regione Lazio per accrescere il grado di
internazionalizzazione delle imprese locali con particolare attenzione alle diverse fasi di sviluppo e rafforzando la loro capacità di competere sui mercati esteri.

Insieme al ministro Emma Bonino, che ha sottolineato la strategicità delle produzioni locali e dei settori produttivi tipici della nostra regione, dalla moda, al restauro, alla
cantieristica navale, il presidente Marrazzo ha ricordato la sinergia nelle scelte politiche tra Regione e Ministero e il varo ormai prossimo della legge regionale sull’internazionalizzazione,
e ha elencato alcune tra le più importanti iniziative messe in campo dalla sua giunta.

«Noi – ha detto Marrazzo – possiamo far parte del sistema Paese e lo possiamo fare da protagonisti. Negli ultimi anni abbiamo recuperato molto ed ora le nostre missioni raggiungono sempre
l’obiettivo perche’ sono coordinate dal governo. La nostra – ha detto – non e’ una regione che esporta prodotti pesanti ma esporta prodotti leggeri che diventano molto pesanti quando riescono
ad affermarsi all’estero».

Iniziative come lo sportello Sprint Lazio, che nei suoi primi mesi di attività ha realizzato oltre 700 contatti con aziende o il festival della fiction, nato nella Regione che produce l’
80 per cento delle 750 ore di fiction prodotte in Italia, dimostrano che la Regione Lazio crede nell’internazionalizzazione e che con la sua politica delle infrastrutture stradali, aeroportuali
e portuali con la realtà di Civitavecchia, insieme al Governo, punta a posizionare nella maniera migliore sui mercati internazionali i prodotti, tradizionali e moderni, della nostra
regione.

Soddisfazione è stata espressa anche dall’assessore alla Piccola e Media impresa Francesco De Angelis, che ha ricordato l’avvio, nel 2008, di nuovi bandi per i distretti cartario e della
nautica, avviati dall’assessorato all’inizio di quest’anno.

Leggi Anche
Scrivi un commento