Abruzzo: Per rilanciare l’economia agricola arriva il “Mercato della Terra”

Abruzzo: Per rilanciare l’economia agricola arriva il “Mercato della Terra”

Brà (Cn) – Un ‘mercato della terra’ per rilanciare l’economia agricola e zootecnica dell’Abruzzo colpita dal terremoto e dalle sue conseguenze (crollo della domanda di beni e delle
presenze turistiche). Il progetto, coordinato da Slow Food, verrà messo a punto nell’autunno, l’apertura è prevista nella prossima primavera.

Dell’iniziativa si è parlato a Cheese, la rassegna internazionale casearia, dove alcuni produttori abruzzesi hanno illustrato le loro difficoltà a uscire dal tunnel. “Non è
vero che tutto è a posto come dicono – ha affermato l’agronoma Silvia De Paulis – 1.500 esercizi commerciali sono chiusi e i piccoli produttori non riescono a trovare mercati per i loro
prodotti. A complicare la ripresa sono ordinanze e decreti difficili da decifrare: l’Abruzzo per rinascere avrebbe bisogno di una burocrazia ben più snella”.   

Il colpo è stato pesante per la zootecnia “che già attraversava un periodo di profonda crisi – ha aggiunto Giulio Petronio, produttore del Canestrato -. Il terremoto è stata
la goccia che ha fatto traboccare il vaso e dopo il sisma molti pascoli di montagna sono stati abbandonati e molte aree di montagna sono rimaste senza presidio. Un fatto particolarmente grave per
una terra di pastori e pascoli quale è l’Abruzzo”.   

I produttori abruzzesi, ospiti di Cheese, rilanciano l’appello: “Comprate i nostri prodotti, fatti con la cura di chi segue tradizioni millenarie. E venite a visitare la nostra regione.
Purtroppo, dopo il terremoto ci sono state tantissime disdette di turisti”.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento