A Roma l’Assemblea Regionale dei Produttori Biologici del Lazio

A Roma l’Assemblea Regionale dei Produttori Biologici del Lazio

Martedì 14 dicembrealle ore 16.00 presso la Sala Riunioni della COPAGRI Lazio c/o UCIVia in Lucina, 10 si tiene l’Assemblea Regionale dei Produttori Biologici laziali, promossa dalla
Sezione Soci Produttori FederBio (Federazione Italiana Agricoltura Biologica e Biodinamica) in preparazione della prima Assemblea Nazionale dei Produttori Biologici che si terrà l’8 e 9
febbraio 2011 a Milano, un evento che vuole essere un momento di confronto tra produttori delle diverse regioni italiane, come non accade, oramai, da più di 15 anni.

Nel biologico si fa fatica a reggere la concorrenza di produttori che operano in paesi dove ci sono meno regole e condizioni da rispettare che in Italia o in Europa. E che dire della
difficoltà di stare dentro a delle filiere nelle quali la parte del leone non la fa il produttore, ma colui che distribuisce il prodotto, al punto che il prezzo lievita anche di 5 volte
dalla produzione al consumo. Come è possibile invertire l’attuale situazione? Come sviluppare i circuiti brevi? Come potenziare la presenza dei produttori nella fase di distribuzione? E’
possibile praticare accordi interprofessionali che garantiscano tutte le parti, chi produce, chi trasforma e distribuisce e chi consuma?

Si discuterà di questi temi durante l’Assemblea Regionale per essere pronti all’incontro con tutti i produttori biologici d’Italia durante l’Assemblea Nazionale dei Produttori Biologici,
evento promosso dalla Sezione Soci Produttori FederBioed esteso a tutte le principali associazioni ed organizzazioni del comparto e ha trovato l’entusiastica adesione anche di AGRIBIO,
ANABIO-CIA, ANAPROBIO-Copagri, della Federazione Agricoltori Biologici Confagricoltura, di Terra Sana Italia, UNAPROBIO e DEMETER.

Durante l’Assemblea Nazionale di febbraio 2011 verranno affrontati e sviluppati importanti temi per la tutela del reddito dei produttori biologici: gli accordi interprofessionali e progetti di
filiera(con rappresentanti della GDO e della Distribuzione Specializzata del biologico); quale filiera corta per il Biologico; le Organizzazioni dei produttori biologici: regole ed
opportunità.

“L’obiettivo della prima Assemblea Nazionale dei Produttori Biologici – spiega Ignazio Cirronis, produttore, Presidente UNAPROBIO eCoordinatore della Sezione Soci Produttori FederBio- è
quello di elaborare una “Carta dei Produttori biologici italiani” e avviare un dialogo con gli interlocutori che possano dare le risposte che essi attendono da tempo. Abbiamo esteso e
continuiamo ad estendere l’invito a tutte le realtà produttive, per unire l’intero settore. E’ giunto infatti il momento che parlino i produttori sui temi più importanti, dalle
questioni dei prezzi e del mercato ai PSR, dalla lotta agli OGM fino alle questioni tecniche e più in generale sulle politiche per il Biologico”.

“Due giorni per comprendere le opportunità e le minacce che il settore del Biologico italiano vive – spiega Paolo Carnemolla, Presidente di FederBio.- L’incontro e il confronto tra tutte
le realtà che nel nostro Paese producono prodotti biologici diventano necessari. L’Assemblea intende essere un momento dedicato al Biologico italiano, per instaurare una collaborazione
duratura nel tempo che abbia come unico e condiviso obiettivo una crescita del comparto su basi ancor più solide”.

Leggi Anche
Scrivi un commento