A Foligno 1a Edizione di Mielinbio un premio tutto dedicato ai mieli biologici

Foligno – Si è conclusa con la premiazione dei migliori mieli italiani da agricoltura biologica la prima edizione di Mielinbio, nell’ambito della manifestazione Mielinumbria
dedicata all’apicoltura e ai suoi prodotti che si tiene da 10 anni a Foligno, il concorso è stato organizzato dal Comune di Foligno, in collaborazione con l’Associazione Città del
Bio, l’AIAB (Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica) e l’APAU (Associazione Produttori Apistici Umbri).

L’evento ha inteso rappresentare una ulteriore occasione per richiamare l’attenzione sulla importanza dell’ agricoltura biologica e sulla urgenza di costruire un nuovo modello di crescita
economica.
La necessità di difendere il forte legame tra il lavoro delle api e le attività dell’uomo, sancito da millenni di “stretta collaborazione”, assume rilevanza per la difesa del
sistema agro-ambientale e di tutela della biodiversità.
Anche per questo è stato voluto un concorso come Mielinbio.
Il concorso è stata l’occasione per un primo censimento dei mieli biologici italiani, per stimolarne il miglioramento della qualità e difenderne la diversità. Ma ha offerto
anche ai consumatori la possibilità di capire l’importanza delle produzioni agricole biologiche da cui derivano mieli pregiati e dai sapori inediti.
Mielimbio è venuta ad ampliare il panorama dei concorsi promossi da Città del Bio e dall’AIAB quali: “BiodiVino”- rassegna dei vini, “Il Maiale si fa Bio” – dedicato alla
salumeria e le “Forme del Bio” dedicato ai formaggi.

Hanno partecipato a Mielinbio 88 mieli di 42 apicoltori italiani

Nella giornata del 25 novembre sono stati premiati con il Baiocco d’oro ciascuno nella propria categoria:
1° Premio miele di cardo di Apistica Mediterranea di Cagliari
1° Premio miele millefiori di Azienda Agraria Vaccaro di Potenza
1° Premio miele di melata di Apicoltura Ballari di Barge (Cuneo)

Sono state attribuite 3 menzioni speciali di qualità superiore a:
– miele di eucalipto di Apistica Mediterranea di Cagliari
– miele di acacia di Giorgio De Vecchi di Ghemme (Novara)
– miele di castagno di Il Molino della Valle di Cesara (Verbania)

Sono stati consegnati infine 34 attestati di qualità.

Leggi Anche
Scrivi un commento