A Cibus 2010 gli eventi speciali non si fanno attendere

A Cibus 2010 gli eventi speciali non si fanno attendere

Tra i tanti eventi che animeranno la 15° edizione di Cibus si segnalano quelli dedicati ai due Paesi “d’onore”, Francia e Giappone, il laboratorio dell’Agorà della Fipe (la Federazione
dei pubblici esercizi di Confcommercio).

L’attenzione ai mercati esteri sarà il carattere distintivo di Cibus 2010 e questo spiega lo sforzo particolare finalizzato ad incrementare l’incoming, la partecipazione di delegazioni
commerciali e buyers esteri. Ai Paesi d’onore sono stati riservati spazi appositi.

L’area dedicata alla Francia è nel Padiglione 6. in particolare nello stand D 054 si troverà l’area “Benvenuti in Francia” che ha l’obiettivo di favorire l’incontro con gli
operatori ed i giornalisti italiani per presentare i prodotti più caratteristici dell’agroalimentare e della gastronomia d’Oltralpe. Grazie alla collaborazione tra Cibus, Crédit
Agricole – Cariparma e Sopexa (società di consulenza nell’agroalimentare) e la collaborazione dei Ministeri francesi dell’Alimentazione, dell’Agricoltura e della Pesca, saranno presenti a
Parma una folta rappresentanza delle imprese della grande distribuzione e delle catene di ristorazione francesi.

D’altronde, la Francia nel 2008 è diventata il secondo partner commerciale dell’industria alimentare Italiana d’Oltralpe. Lo stand “Benevenuti in Francia” sarà animato dagli show
culinari del noto chef francese Danilo Angè, che nei primi tre giorni di Cibus proporrà piatti realizzati proprio con i prodotti francesi esposti a Cibus.

La carne bovina francese di qualità sarà presentata in varie dimostrazioni: il 10 maggio alle ore 15,30 nello stand “Bovillage” verrà utilizzata dagli chef in ricette tipiche
italiane; il 12 maggio, alle ore 11, 30, si potrà assistere ad una sessione di taglio alla francese, tenuta dal macellaio Lucien Dupart.

Il “Japan Desk”, al Padiglione 7 vicino alla Sala Stampa, è invece uno spazio in cui faranno base, in tutti i giorni della fiera, gli operatori dei department store giapponesi. Il
crescente interesse delle aziende giapponesi per l’agroalimentare italiano era già risultato chiaro dal calore con cui era stata accolta in marzo la delegazione di Cibus alla fiera del
food e beverage di Tokio “Foodex Japan 2010”, dove pure avevano esposto ben 200 imprese italiane. Tanti dunque i traders, i buyer ed i rappresentanti dei caratteristici “deparment store”
giapponesi che saranno presenti al Japan Desk di Cibus 2010.
Tra i traders: Tokyu Mitsubishi, Sumitomo Bussan, Sumikin Bussan ed i rappresentanti dei seguenti department store: Mitsukoshi, Isetan, Hankyu Takashimaya Hanshin, Daimaru, Seibu, Sogo,
Meydi.

Sempre animatissima l’Agorà della Fipe, nel Padiglione 7, con un susseguirsi di presentazioni, dibattiti e degustazioni “assistite” in tutte le quattro giornate di Cibus, le cui tematiche
sono state selezionate tra le varie offerte del bar italiano: “Dolci risvegli al bar”, tutto sulla prima colazione; “Le nuove frontiere dell’aperitivo”; “La colazione salutistica”; “Il pranzo al
bar tra necessità e loisir”; “Non solo aperitivo, le nuove frontiere dell’Happy Hour”. E ancora “Surgelato vs. fresco: modelli, processi ed economie a confronto”, presentazione e
degustazione assistita (il 10 maggio alle ore 14,30 ed il 13 maggio alle ore 14,15).

E poi “Il cibo a mensa: come offrire valore al consumatore”, un dibattito alle ore 14,15 dell’11 maggio. Infine, va segnalata la presentazione sull’uso rivoluzionario del burro di cacao nella
cucina salata da parte di un gruppo di Chef Maestri Pasticcieri della Chocolate Academy Barry Callebaut,che si terrà nell’area show contigua all’Agorà, l’11 maggio, a ripetizione
dalle ore 10,30 alle 12, 30 e dalle 14,30 alle 17,30.

Cibus.it
Redazione Newsfood.com+WebTV

Leggi Anche
Scrivi un commento