A Binasco nasce il Museo della macchina per caffè

A Binasco nasce il Museo della macchina per caffè

A Binasco, solo pochi chilometri dal centro di Milano, è stato creato un museo della macchina per caffè, realizzato dal Gruppo Cimbali, azienda leader nel settore, per
celebrare nel 2012 i suoi 100 anni di attività: Mumac contiene la collezione più ricca e completa di macchine per caffè al mondo ed è allestito in uno spazio
moderno di circa 1700 mq nell’ambito del sito produttivo di Binasco, dove l’azienda ha recuperato una zona industriale con un lavoro di architettura e design di grande pregio.

Lo scopo primario del Gruppo Cimbali è quello di avere un’esposizione permanente aperta al pubblico, capace di offrire tutte le informazioni e gli approfondimenti sulla storia, la cultura
e il design della macchina per caffè espresso. Questa raccolta rappresenta e tutela il patrimonio italiano in questo  settore negli ultimi cento anni. La tecnologia e il design
italiano sono raccontati attraverso un percorso multimediale, ricco di stimoli audio-visivi, supportati da un compendio di documenti di grande rilievo storico.

Si parte dai primi anni del novecento, con un ambiente tipico dei bar Liberty e del ventennio, si attraversa gli anni del boom economico italiano e la nascita di un nuovo modo di vivere
rappresentato dalla vita nei bar, per arrivare al fiorire del design e alla sua esplosione con grandi designer degli anni sessanta e settanta. Meritano di essere ricordati i Fratelli Castiglioni,
Sottsass, Giugiaro. La storia continua con la metamorfosi internazionale vissuta negli anni ottanta e novanta sino ad arrivare nel nuovo millennio con i pezzi più innovativi ad alta
tecnologia.

Il Museo raccoglie circa 200 pezzi dei marchi più prestigiosi dell’industria italiana, la Collezione Maltoni (circa 150 pezzi) e quella di Cimbali (circa 50 pezzi), che insieme
rappresentano la collezione più completa e meglio conservata disponibile a livello internazionale ed è composta da splendide macchine per caffè salvaguardate dall’usura del
tempo. Accanto alle macchine il museo è arricchito da un archivio storico di oltre 15.000 documenti selezionati e catalogati che saranno fruibili a un pubblico di ricercatori. Il
visitatore può rivevere così l’esperienza della nascita e dello sviluppo del Made in Italy. Molti pezzi esposti sono rari, alcuni sono prototipi unici al mondo, altri sono modelli
di grande successo industriale.

La storia di un marchio può aiutare a capire i percorsi storici e l’evoluzione delle aziende. MUMAC raccoglie i marchi di case costruttrici ancora presenti sul mercato dopo molti anni
come: La Pavoni, La Victoria Arduino, Bezzera, La San Marco, LaCimbali, Rancilio, La Marzocco, La Carimali, Gaggia, Faema, Nuova Simonelli, La Spaziale. Oltre alla parte museale c’è
anche un’ area formazione e training per soddisfare le diverse esigenze di un mercato sempre in espansione, un luogo esclusivo per effettuare valutazioni sensoriali sulla qualità del
caffè con degustazioni e prove. Il training center è stato ideato per costituire un centro di eccellenza. Formatori interni e consulenti esterni si alterneranno per offrire una
formazione adeguata alle esigenze della caffetteria moderna e soddisfare anche le curiosità del pubblico non di settore.

L’area assaggi è invece formata da una zona per la conduzione di attività teoriche, da una zona per la preparazione dei campioni e una sala di assaggio vera e propria (con
possibilità di “assaggio alla brasiliana”, “assaggio con cabine” e “assaggio tradizionale”). Il museo non è solo area espositiva, ma anche un luogo dove organizzare eventi
aziendali e progetti speciali in una cornice di design attrezzata e suggestiva in grado di catturare tutti i sensi.La sala temporanea con le sue grandi dimensioni e le sue linee pulite ed
essenziali è ideale per convention e può ospitare a platea fino a duecento persone, mentre la sala meeting al primo piano gode di uno spettacolare spaccato sul Museo ed è
l’ideale per riunioni e conferenze stampa.

“Il museo celebra i cento anni di attività del Gruppo Cimbali – afferma Maurizio Cimbali, Presidente del Gruppo – una storia tutta italiana, che in quattro generazioni ha saputo
ritagliarsi un ruolo di leadership a livello mondiale. Un traguardo aziendale importante ma soprattutto una leadership di conoscenze e di persone che s’impegnano con passione a promuovere uno
dei riti più radicati dell’Italian Style, quello del caffè e del cappuccino. Il MUMAC racchiude ed espone una sintesi di contenuti tecnologici e stilistici eccezionali e pone
un’attenzione continua nel contribuire allo sviluppo della cultura del caffè espresso e del cappuccino nel mondo.”

 

Mascia Maluta
Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento