83 milioni per acquisto alte tecnologie sanitarie in Lombardia

Milano – Stanziati 83 milioni per l’acquisto, l’ammodernamento e la manutenzione innovativa di apparecchiature sanitarie ad alta tecnologia quali TAC, risonanze magnetiche,
angiografie e PET da parte degli IRCCS (Istituti di Ricovero e Cura a carattere scientifico) di diritto pubblico e dell’Asl della Valle Camonica – Sebino.

Li ha stanziati la Giunta regionale, su proposta dell’assessore alla Sanità Luciano Bresciani, stabilendo anche le modalità e i tempi per accedere ai contributi.

Gli enti interessati dovranno comunque partecipare al finanziamento dell’intervento con una quota di almeno il 15%, per gli investimenti il cui costo sarà inferiore a 2,5 milioni euro e
di almeno il 30% per gli investimenti dal costo superiore.
L’investimento complessivo per ciascuna azienda comunque potrà variare da un minimo di 1,5 ad un massimo di 4,5 milioni di euro, comprese non solo le spese sostenute per l’acquisto della
strumentazione tecnologica ma anche quelle per le eventuali opere edilizie necessarie all’installazione dell’apparecchio stesso.

«Questi 83 milioni, previsti dal bilancio regionale 2008, – commenta l’assessore Bresciani – vanno ad aggiungersi agli oltre 120 che la Regione ha stanziato, per queste finalità,
dal 2004 ad oggi. La scelta di destinare così rilevanti risorse all’ammodernamento delle tecnologie sanitarie si allinea, tra l’altro, alle linee guida del Ministero della Salute che ha
indicato il miglioramento tecnologico tra degli obiettivi su cui concentrare le risorse».

Leggi Anche
Scrivi un commento