13 settembre 2010, a Bolgheri, inizia la vendemmia ma in ritardo

13 settembre 2010, a Bolgheri, inizia la vendemmia ma in ritardo

13 settembre, Bolgheri, Tenuta Caccia al Piano
L’annata 2010 è caratterizzata da un ritardo della maturazione delle uve rispetto alla media delle vendemmie precedenti.
Dopo sondaggi, lunedì 13 settembre inizia la raccolta, rispetto alla fine di agosto del 2009. Per l’andamento climatico piovoso sia primaverile che in agosto, si è riscontrato un
rallentamento delle prime fasi vegetative e di conseguenza l’invaiatura del grappolo e la sua maturazione si sono prolungate nel tempo.

“Sono i mesi primaverili – sottolineano alla Tenuta Caccia al Piano, azienda storica nata sulla Bolgherese nel 1868, oggi di proprietà della Guido Berlucchi – che dettano i tempi di
maturazione e della qualità vegetativa delle uve, soprattutto perchè l’intensità e la durata della luce sono la fonte di energia per la vite “.
Condizioni che hanno determinato e obbligato a un continuo controllo della sanità della vite.
Tenuta Caccia al Piano ha ridotto drasticamente gli interventi, puntando su presidi tradizionali e non sistemici. Tempestività e impegno mirato sono i fattori che hanno permesso a Caccia
al Piano di gestire i vigneti senza lasciare residui.
In tutta l’area DOC Bolgheri si presume una riduzione della produzione del 5-7%, ad eccezione di vigneti particolarmente ventilati e sui crinali.
In particolare i vigneti di Caccia al Piano posti a San Biagio (150 metri sul livello del mare, un crinale esposto a sud-ovest, 8 ettari contornati da boschi, terreno fresco e sassoso,
principalmente Cabernet Sauvignon e Franc) non presentano perdite di produzione.

Nell’ultima settimana le buone escursioni termiche tra giorno e notte contribuiscono a realizzare quei profumi e caratteristiche acide e fenoliche fondamentali per la qualità del vino. La
bassa umidità consente di mantenere sani i grappoli e l’alta densità (circa 10.000 piante per ettaro dei vigneti  di Caccia al Piano) aiuta ad anticipare la maturazione.
Nel 2009, un agosto caldo e siccitoso in tutto il Bolgherese aveva determinato la produzione di vini ad elevato grado zuccherino, ma con scarsa forza e maturità fenolica.
La vendemmia 2010 determinerà per Caccia al Piano vini più equilibrati, eleganti, di spessore ma con tannini maturi, con gradazioni alcooliche inferiori rispetto alla media degli
ultimi anni, tutti elementi di grande pregio e positivi.

Giampietro Comolli
 
 
Tenuta Caccia al Piano
Caccia al Piano 1868 Società Agricola s.r.l.
Via Bolgherese n.279, Bolgheri
57022 Castagneto Carducci (Livorno)
tel. e fax +39 (0) 565 777025

Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento