ZAI Urban Winery partner La Guarimba, in programma dal 7 al 12 agosto ad Amantea

ZAI Urban Winery  partner La Guarimba, in programma dal 7 al 12 agosto ad Amantea

ZAI Urban Winery sponsor La Guarimba, in programma dal 7 al 12 agosto ad Amantea

 

La Guarimba, il più grande festival italiano dedicato al cortometraggi con  proiezione di 172 opere, provenienti da 56 Paesi

 

 

Le infuocate temperature di questa estate hanno sortito l’effetto di accantonare le differenze Nord-Sud in tema di clima. Infatti il caldo imperversa dappertutto e, così, tutto quello, tra cibo & bevande, che assicura freschezza o anche solo una sensazione di fresco, va bene dappertutto. Figuriamoci in Calabria, precisamente ad Amantea, bella cittadina lambita dal Mar Tirreno, dove, dal 7 al 12 agosto è in programma La Guarimba, il più grande festival italiano dedicato al cortometraggio, che ha l’obiettivo, dicono gli organizzatori, di “riportare il cinema alla gente e la gente al cinema”.
Il cartellone della manifestazione prevede la proiezione di 172 opere, di cui 94 dirette da donne – già questa è una notizia da segnalare -, provenienti da 56 Paesi, a riprova della missione del Festival di rappresentare culture, linguaggi e tradizioni diversi, portando varietà e ricchezza culturale in un piccolo centro della Calabria che è addirittura privo di un cinema.

Ideato da Giulio Vita e Sara Fratini e realizzato sotto il patrocinio del Parlamento europeo in collaborazione con la Rappresentanza in Italia della Commissione europea e il sostegno di 8 ambasciate, la kermesse è il palcoscenico ideale per dare voce a temi di rilevanza sociale e di attualità attraverso una manifestazione di grande successo che, giunta alla nona edizione, richiama ospiti da tutto il mondo.

Il food&beverage che assicura freschezza che nesso ha con una manifestazione del genere? Sveliamo subito questo rapporto. Partner del festival è ZAI Urban Winery, cantina veronese che produce vini in lattina. E, quindi, particolarmente attenta ai temi della sostenibilità, visto che le lattine riducono le emissioni di carbonio del 31% in un decennio; riciclare alluminio richiede fino al 95% di energia in meno; l’alluminio è riciclabile all’infinito; il tasso globale di riciclaggio delle lattine di alluminio è del 69%; ogni anno vengono riciclate 2,5 milioni di tonnellate di lattine. Riciclando una lattina si risparmia abbastanza energia per caricare il telefono per 37 ore. Una lattina riciclata oggi potrebbe tornare sullo scaffale in 60 giorni; il 75% di tutto l’alluminio mai prodotto è ancora in uso oggi.

E, poi, la lattina regala una sensazione di freschezza immediata e il suo contenuto equivale a due bicchieri di vino, per cui si esaurisce senza che la bevanda avanzi. I vini di ZAI Urban Winery raccontano di personaggi e storie ambientate nel 2150, anno che vede l’estinzione del 99% delle specie animali e vegetali, uva compresa, a causa del cambiamento climatico. E, così, i protagonisti delle lattine raccontano di un viaggio incredibile per risolvere il mistero dell’antica profezia sul vino e salvare il mondo. Tutto raccontato da tre lattine che contengono i vini che si potranno degustare al Festival.

La Guarimba
Le tre lattine vini di ZAI Urban Winery protagoniste:
Gamea, Mr Bubble, PJ White

Gamea, 100% Garganega Verona igt, vino che racconta di una donna avventurosa e indipendente, che ama la natura e ha una laurea in scienze biologiche. Dedica la sua vita alla salvaguardia del pianeta.
Mr Bubble, 100% Glera Veneto igt, vino frizzante rappresentato da un personaggio che è un vero e proprio viveur che, usando il suo razzo a forma di lattina, ha battuto ogni record di velocità, tanto da guadagnarsi il nickname di “pilota del millennio”.
PJ White, 100% Pinot Grigio Terre Siciliane igt, che è un po’ l’anarchico del gruppo, il ribelle piantagrane. Pigro per natura, è convinto che tutti c’è l’abbiano con lui. Passa le sue giornate ascoltando musica, suonando la chitarra e giocando ai videogame.

E, così, le lattine di ZAI – con Gamea e Mr Bubble che sono anche vegani oltre che biologici -, oltre a regalare una sensazione di freschezza immediata, offrono la possibilità di degustare vini in lattina in modo sostenibile e, assicurano anche una sorta di viaggio nel futuro.
In più, la partnership di ZAI Urban Winery permetterà il recupero del parcheggio dove si svolgerà il Festival, con un intervento contro il degrado urbano attraverso la street art che giocherà un ruolo fondamentale per dare un nuovo volto alla location e per restituire alla popolazione un’area importante. I muri diventano così delle opere d’arte attraverso la mano di artisti come Cesah e Sara Fratini, che, con colori, forme e messaggi, fanno rinascere qualcosa che era destinato all’abbandono.

 

ZAI Urban Winery
Contatti:

Maria Pizzillo

Redazione Newsfood.com
Nutrimento & nutriMENTE
Gruppo Velvet Media

Leggi Anche
Scrivi un commento