Vita vine. Il vino d’Abruzzo alla conquista di Berlino

Vita vine. Il vino d’Abruzzo alla conquista di Berlino

In primis, conquistare la Germania grazie al meglio del vino d’Abruzzo. Successivamente, conquistare una fetta di mercato con l’agroalimentare
della regione
.

Questo obiettivo di “Vita Vine”, vetrina che lunedì 13 vedrà volare a Berlino le aziende vinicole di tre provincie: Teramo, Pescara e Chieti.

Le aspettative sono buone: nella città tedesca ci sono almeno 200 compratori interessati, che a maggio restituiranno la visita “Per ulteriori accordi commerciali”.

Oggi bisogna pensare al presente e la rappresentanza abruzzese ha buone carte. A comporla 8 aziende, due dalla provincia di Teramo, le altre dal Pescarese e del Chietino: Chiusa Grande di
Nocciano, Cantine Galasso e Marchesi de’ Cordano di Loreto Aprutino, Contesa di Rocco Pasetti di Collecorvino, Tenuta Arabona di Manoppello Scalo, Fattoria La Valentina di Spoltore; Di Sipio di
Ripa Teatina, Cantina Colle Moro e Collefriso di Frisa, Società Domenico Pasetti di Francavilla al Mare, Dora Sarchese di Ortona, Di Vito Olearia di Vasto; Centorame di Lamberto Vannucci
di Casoli di Atri, Azienda Lepore di Colonnella.

Alcune di queste imprese sono al primo viaggio in terra tedesca, mentre altre, in primis Galasso, Lepore e Di Vito) sono dei veterani. Ovviamente, punta di diamante della spedizione saranno i
vini (Montepulciano, Trebbiano, Cerasuolo, Pecorino, Passerina, Falanghina, Moscato spumanti e biologici), ma saranno presenti anche oli ed altri prodotti alimentari.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento