Vino lombardo, l’88% è DOC, DOCG e IGT

Vino lombardo, l’88% è DOC, DOCG e IGT

Il vino lombardo si distingue per quantità e qualità. Nel 2011 sono stati prodotti quasi 1.500.000 ettolitri di vini, provenienti da vigneti che coprono 18.000 ettari. E, di
questo vino, l’88% è coperto da DOC, DOCG e IGT.

A dirlo è Coldiretti, che analizza i dati della Regione in vista di Vinitaly (25-28 marzo).

Emerge così il ruolo principe delle province di Pavia e Brescia.

Da non dimenticare poi altre zone di prestigio, come il Lago di Como, la regione di San Colombano (tra Milano e Lodi), in Valtellina ed in provincia di Bergamo.

Poi, uno sguardo sulle esportazioni. L’anno scorso è stato anno da record: i 4 milioni di fatturato sono così dovuti alle richieste di vari Paesi. Rimanendo in Europa, primo
importatore di vino Made in Italy è la Germania. Nel mondo, invece, spicca la richiesta degli USA (+17% rispetto al 2011) e dei paesi asiatici, in testa la Cina (+87%).

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento