Verona: Carta dei vini del Veneto – Al primo posto La Locanda San Lorenzo di Puos d’Alpago, in provincia di Belluno

Verona: Carta dei vini del Veneto – Al primo posto La Locanda San Lorenzo di Puos d’Alpago, in provincia di Belluno

Verona – La Locanda San Lorenzo di Puos d’Alpago, in provincia di Belluno, si è aggiudicata il primo posto nel concorso per la migliore “Carta dei
vini della Ristorazione del Veneto”, promosso dai sommelier veneti aderenti all’Associazione Italiana Sommelier con il patrocinio della Regione.

Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente il Ristorante San Martino di Scorzè, in provincia di Venezia, e il Ristorante alla Busa di Noventa Vicentina

La cerimonia di premiazione, diretta dal conduttore radiofonico Marco Melis, si è svolta a Vinitaly nello stand ufficiale della Regione del Veneto (Padiglione 4, settori D4 E4), alla
presenza del vicepresidente della Giunta Franco Manzato, del presidente di AIS Veneto Dino Marchi e del presidente nazionale dell’Associazione Terenzio Medri.

Obiettivo del concorso, alla sua prima edizione e cui hanno partecipato 150 pubblici esercizi, segnalati dagli stessi sommeliers, dei quali 15 preselezionati per la scelta dei vincitori,
è di far conoscere i locali che propongono la migliore offerta di vini e distillati attraverso appunto la carta dei vini.

I criteri di valutazione hanno riguardato tra l’altro l’immagine, l’impatto emozionale, le leggibilità e la chiarezza nell’identificazione dei vini, la trasparenza nell’indicazione dei
prezzi, l’originalità, la professionalità, la coerenza e l’armonia con il locale e le sue proposte culinarie.

“La carta dei vini è un biglietto da visita rispetto al territorio – ha sottolineato Manzato – presentazione della qualità e della scelta dei prodotti, completamento della
proposta turistica nel suo complesso”.

Leggi Anche
Scrivi un commento