Una firma per lo sport biellese

Biella – Firmato venerdì mattina, 4 aprile 2008, il protocollo d’intesa per il coordinamento e il supporto delle manifestazioni sportive di particolare rilievo nel Biellese,
nella sala giunta di via Quintino Sella c’erano il presidente della Provincia Sergio Scaramal, il sindaco di Biella Vittorio Barazzotto e il presidente della fondazione cassa di risparmio Luigi
Squillario a condividere un documento che metterà a disposizione delle realtà locali 64 mila euro.

I 3 enti sono variamente impegnati nella promozione dello sport e ora hanno deciso di unire le proprie forze per ampliare l’ambito delle competenze. L’intesa punta infatti a rendere l’azione di
ciascuno più efficace, orientando e ottimizzando le risorse umane ed economiche.
Commenta Scaramal: «Lo sport è una risorsa fondamentale di coesione e aggregazione sociale, mentre i grandi eventi rappresentano un’importante attrattiva turistica. Coordinare il
nostro lavoro ci permette di ottenere risultati migliori in ciascuno di questi ambiti».

Concretamente cosa succederà ora? Sarà attivato immediatamente un gruppo di coordinamento per sostenere l’attività delle associazioni e delle società sportive locali
che organizzano manifestazioni importanti. Una sorta di consulenza, oltre che di appoggio materiale, sarà fornita alle società per aumentare l’efficacia delle iniziative anche in
termini di impatto e visibilità.
Un altro passo sarà quello di attivare nuove modalità di scambio e messa in rete di informazioni sulle manifestazioni in programma. Un occhio particolare sarà rivolto alle
manifestazioni di maggiori dimensioni e alle attività giovanili, mentre la comune calendarizzazione degli eventi impedirà di disperdere l’attenzione del pubblico.

Un gruppo di lavoro tecnico con i rappresentanti dei 3 enti si riunirà ogni 3 mesi per progettare, tra l’altro, un data-base comune degli eventi. La parola d’ordine del protocollo
è coordinamento: i bandi che mettono risorse a disposizione delle associazioni locali ne ricaverebbero maggiore efficacia mettendo in comune i criteri di selezione, gli strumenti di
monitoraggio, le modalità di verifica e valutazione dei progetti.
Un altro obiettivo del gruppo di coordinamento sarà di analizzare e individuare quali potrebbero essere gli eventi di ampie dimensioni che riscuotono interesse anche fuori dal territorio
provinciale e che diventino attrattori di turismo e poi, naturalmente, unire le forze per realizzarli.
L’intesa durerà un anno: la Provincia mette a disposizione 20 mila euro, il Comune 12 mila e la fondazione 32 mila euro.

Leggi Anche
Scrivi un commento