Sostegno alle iniziative sportive locali della Provincia di Alessandria

Alessandria – Sessantatre mila euro a sostegno delle manifestazioni sportive di interesse locale, è la cifra stanziata dalla Direzione Turismo Sport e Parchi della Regione
Piemonte per la Provincia di Alessandria per l’anno 2007, nell’ambito del programma di interventi che prevede l’assegnazione di risorse alle amministrazioni provinciali piemontesi per quelle
manifestazioni non sostenute dalla Regione e organizzate da comitati di promozione sportiva, associazioni sportive senza fini di lucro, enti locali e loro consorzi, scuole, associazioni di
diversamente abili e federazioni sportive affiliate al Coni.

Un’iniziativa avviata dall’assessorato allo Sport della Provincia di Alessandria che, in collaborazione con la Commissione consiliare provinciale, si è fatto promotore di un tavolo
permanente che riunisce tutti i competenti assessori provinciali piemontesi per decidere, attraverso una convenzione stipulata con la Regione Piemonte, lo stanziamento annuale di fondi alle
diverse associazioni sportive.

Nel caso specifico della Provincia di Alessandria, le istanze di contributo per il 2007 riguardano la promozione di progetti finalizzati ad incentivare la pratica sportiva e
fisico-motoria-ricreativa dei diversamente abili e dei cittadini (da un minimo di 1.500 a un massimo di 3.000 euro), lo sviluppo nelle scuole dell’organizzazione sportiva e dell’associazionismo
sportivo di base, mediante il sostegno finalizzato all’avviamento dei giovani all’agonismo (da un minimo di 1.000 a un massimo di 3.000 euro), l’incremento della presenza femminile
nell’attività sportiva attraverso specifiche iniziative (da un minimo di 1.000 a un massimo di 1.500 euro), il sostegno ad iniziative sportive di livello provinciale, intra-provinciale e
locale (da un minimo di 300 a un massimo di 1.500 euro), attività societarie per la promozione e il sostegno delle attività sportive (da un minimo di 300 a un massimo di 1.000
euro).

«Il 2007 è stato l’anno europeo delle pari opportunità – dichiarano il presidente della Provincia, Paolo Filippi, e l’assessore allo Sport, Giancarlo Caldone – e il maggiore
stanziamento di fondi per la pratica sportiva dei diversamente abili e di quella femminile rientra nell’ottica di una strategia volta ad aumentare la consapevolezza del diritto all’uguaglianza
e alla non discriminazione. Accettare e valorizzare la diversità serve a stimolare un dibattito sui modi per aumentare la partecipazione dei gruppi sottorappresentati, favorendo lo
sviluppo di una società più coesa».

Leggi Anche
Scrivi un commento