Trasporti – Multa del Garante alle Aziende

Perugia 12 novembre 2007 – “APM congiuntamente alle principali aziende nazionali di trasporto pubblico locale – afferma una nota dell’Apm – SITA Italia (Gruppo FS), ACTV Venezia, GTT
Torino, TRANSDEV Francia, ATCM Modena, TRAMBUS Roma, ATC Bologna, ATAF Firenze, ATC La Spezia, ATP Provincia di Genova, TEMPI Piacenza, TEP Parma, APAM Mantova, COTRI Roma (Consorzio Operatori)
è stata sanzionata dalla Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato “per aver posto in essere intese restrittive della concorrenza”.

La delibera dell’Autorità si riferisce a gare e alleanze che le Aziende hanno promosso nella fase di apertura del mercato del trasporto pubblico locale. Con riferimento alla
partecipazione di APM alle gare tenutesi a livello nazionale e in particolare a quella per l’affidamento dei servizi nell’ambito del Comune di Roma, si evidenzia che la costituzione dell’ATI
con SITA (Gruppo FS) e COTRI (Consorzio operatori romani) era necessaria al fine di rispettare i requisiti di gara richiesti alle Aziende partecipanti, non posseduti singolarmente come APM. Non
dunque iniziativa lesiva della concorrenza, ma alleanza indispensabile per la partecipazione alla gara. Si evidenzia, tra l’altro, che anche solo in ambito nazionale erano 150 le potenziali
aziende concorrenti, alla medesima gara, sia in forma singola che associata. APM ribadisce la correttezza dei propri comportamenti, il rispetto delle norme che regolano la propria
attività e impugnerà il provvedimento dell’Autorità nelle sedi competenti al fine di inquadrare le iniziative oggetto di contestazione nel contesto giuridico ed economico
di riferimento, dimostrando l’inesistenza di intese illecite e conseguentemente l’infondatezza della sanzione comminata dall’Autorità”.

Leggi Anche
Scrivi un commento