Torino in mostra attraverso le sue guide

Torino – Cento guide che parlano di Torino, descrivendone gli aspetti architettonici , culturali, economici e sociali, a partire da sabato 15 dicembre, insieme a una serie di litografie
e incisioni con rappresentazioni varie della capitale subalpina, le si potrà vedere nella sala esposizioni dell’Archivio Storico della Città, al piano terreno di via Barbaroux 32.

Pubblicate tra il 1753 (dalla Guida de’ Forestieri per la Real Città di Torino, redatta da Giovanni Craveri in occasione del terzo centenario del Miracolo eucaristico) e primi anni del
XX secolo, provengono tutte da collezioni custodite dall’Archivio comunale. La mostra, intitolata “Itinerari torinesi. Guide della città tra Sette e Novecento”, si divide in tre sezioni.
La prima presenta quelle storico-artistiche, che suggeriscono e descrivono per il visitatore i monumenti e luoghi più interessanti della città. La successiva propone ciò
che oggi chiameremmo Pagine Bianche e Pagine Gialle, cioè guide come le Marzorati-Paravia pubblicate dal 1829 al 1958, che contengono elenchi di nomi, istituzioni, esercizi commerciali e
altro ancora. Insomma, grande quantità di interessanti informazioni sul tessuto sociale ed economico della città, che consentono di leggere anche i cambiamenti epocali (nel 1901,
ad esempio, compare il primo elenco telefonico). Una terza sezione custodisce i vademecum destinati ai consigli per chi doveva viaggiare in Piemonte, con suggerimenti su che cosa mettere in
valigia, quali le strade migliori da percorrere e l’ubicazione di alberghi, poste e altre notizie utili.
“Strumento insostituibile per gli studiosi – sottolinea l’assessore alla Cultura e al 150° dell’Unità d’Italia, Fiorenzo Alfieri – le guide sono fonti inesauribili di informazioni e
di curiosità anche per i non addetti ai lavori.”

A proposito di mostre, sempre all’Archivio Storico della Città, ma nella sala dell’Antica farmacia omeopatica verranno esposte quattro tempere di Luigi Vacca. Realizzate nei primi anni
dell’Ottocento, le opere mostrano Torino vista dai quattro punti cardinali.

Entrambe le esposizioni saranno inaugurate sabato 15 dicembre alle ore 17.30 e, fino al 31 marzo, le si potrà visitare tutti i giorni dal lunedì al venerdì (dalle 8.30 alle
16.30) e ogni prima domenica del mese (dalle ore 15.00 alle 19.00). L’ingresso sarà gratuito e il catologo “Itinerari torinesi” sarà in vendita al costo di tre euro.

Leggi Anche
Scrivi un commento