Torino: Il mondo agricolo ricorda Cesare Pavese nel centenario della nascita

 

Il mondo agricolo piemontese ricorda Cesare Pavese, uno dei più noti autori del novecento, profondamente legato alle radici del suo territorio, nel centenario della nascita.

Domani, mercoledì 12 novembre, si terrà un convegno nelle Sale Storiche di Palazzo Bricherasio a Torino, a partire dalle 9.30, aperto da un’introduzione
dell’Assessore all’Agricoltura Mino Taricco, cui seguiranno interventi di docenti e studiosi del mondo pavesiano (in calce il programma completo). Alle ore 12,00
seguirà la presentazione delle bottiglie di Barbera d’Asti con etichetta dedicata a Pavese tratta dall’opera di Roberta Viarengo e alle 12,30 l’inaugurazione
della mostra internazionale di Mail Art «Cesare Pavese. Le colline, il sole» promossa dalla Fondazione Cesare Pavese in collaborazione con la cantina Terre da Vino, curata
da Franco Vaccaneo, Francesca Lagomarsini, Pierpaolo Pracca, Silvano Pertone.

Il progetto Mail Art è un concorso internazionale, accompagnato da un volume edito da Priuli & Verlucca, che ha permesso di raccogliere elaborati di artisti e poeti ispirati
all’opera pavesiana. Questa forma artistica, ideata negli anni cinquanta da Roy Johnson, ha conosciuto uno sviluppo rapidissimo, anche in Italia, e si esprime attraverso collages,
francobolli d’artista, timbri, cartoline, caratterizzati da freschezza e originalità. La mostra a Palazzo Bricherasio rimarrà aperta dal 12 al 23 novembre 2008 a
ingresso gratuito.

«Con l’iniziativa del convegno e il contributo alla realizzazione della mostra – afferma l’Assessore Mino Taricco – vogliamo ricordare la figura di Cesare Pavese,
nell’ambito di una serie di eventi inaugurati quest’anno al Vinitaly e che proseguiranno nelle prossime settimane. E’ l’omaggio del nostro mondo agricolo a un
grande scrittore, che nel territorio delle Langhe ha formato la sua sensibilità e ha portato nel mondo, attraverso le sue opere, le radici profonde della terra, delle colline,
dei vigneti, della gente di Langa. E’ anche grazie al fascino che le sue parole hanno saputo creare, se oggi questi territori sono noti e visitati da turisti e appassionati che,
anche sulle sue tracce, cercano i sapori, i profumi e i colori delle colline piemontesi di oggi».

Le iniziative

Convegno «Il mondo agricolo piemontese ricorda Cesare Pavese nel centenario della nascita» mercoledì 12 novembre – Sale Storiche di Palazzo Bricherasio, dalle 9,30.

Intervengono:

Mino Taricco, Assessore Agricoltura della Regione Piemonte,
Giuseppe Arruffo, presidente della Fondazione Cesare Pavese,
Piercarlo Grimaldi, docente dell’Università di Pollenzo,
Laurana Lajolo, presidente dell’associazione Davide Lajolo,
Daniela Magnetti, direttore della Fondazione Palazzo Bricherasio,
Piero Quadrumolo, direttore cantina Terre da Vino,
Franco Vaccaneo, presidente comitato scientifico Fondazione Cesare Pavese.

Modera:

Sergio Miravalle, presidente Ordine dei Giornalisti del Piemonte.

Mostra internazionale di Mail Art «Cesare Pavese. Le colline, il sole»

Inaugurazione mercoledì 12 novembre, ore 12,30, Sale Storiche di Palazzo Bricherasio.
Aperta fino al 23 novembre (ingresso gratuito)
Intorno alla Mostra. L’assessorato Agricoltura promuove altre iniziative:

Sabato 15 novembre, ore 17,30, Sale Storiche di Palazzo Bricherasio, ingresso gratuito

Concerto Mariano Deidda canta Cesare Pavese.
Raffinato musicista, Deidda presenta in anteprima la sua opera musicale ispirata ai versi di Pavese.

Mercoledì 19 novembre, ore 17,30, Sale Storiche di Palazzo Bricherasio

Presentazione e proiezione del documentario «Contadini nelle Langhe di Cesare Pavese» di Andrea Icardi e Franco Vaccaneo, prodotto dalla Fondazione Cesare Pavese e
dall’Assessorato all’Agricoltura Regione Piemonte, con testimonianze e rarissime immagini d’archivio.

Intervengono:

Mino Taricco, Assessore Agricoltura Regione Piemonte
Bruno Rivarossa, direttore Coldiretti
Ezio Veggia, presidente Confagricoltura
Roberto Ercole, presidente CIA.

Per informazioni: www.palazzobricherasio.it

 

Leggi Anche
Scrivi un commento