Tariffe, ADOC: «10 anni di rincari al doppio dell'inflazione»

Roma – Secondo il rapporto di Unioncamere, negli ultimi 10 anni le tariffe sono cresciute in media al doppio dell’inflazione, per l’Adoc è l’ennesima conferma delle denunce che
sta portando avanti da tempo: «l’incremento delle tariffe ha eroso i redditi delle famiglie, incidendo in media del 35% – commenta Carlo Pileri, Presidente dell’Adoc – e ci aspettiamo un
ulteriore aumento complessivo del 30% per acqua, luce, gas, rifiuti e trasporti urbani.

Già adesso registriamo picchi di 650 euro annui per la sola Tarsu. Purtroppo non c’è modo di risparmiare. Anche se non ci fossero aumenti tariffari, ci sarebbero comunque rincari
delle tasse locali. E’ una situazione che stiamo denunciando da mesi, ma siamo rimasti inascoltati. Adesso il risultato sono due famiglie su tre indebitate e una crisi economica al limite della
recessione»
Secondo l’Adoc l’aumento delle tariffe si ripercuote anche sui prezzi.

«Anche i negozianti hanno subito forti danni – continua Pileri – soprattutto quelli più piccoli e ubicati nei quartieri centrali, che hanno visto aumentare in modo stratosferico
anche gli affitti, con gravi conseguenze. I prezzi dei prodotti sono diventati sempre più alti, è aumentata la difficoltà per i cittadini nel fare acquisti, soprattutto per
gli anziani, in quanto impossibilitati a spostarsi dal loro quartiere. E spesso il risultato è perfino la chiusura dei negozi, specialmente alimentari, abbigliamento e calzature, che nei
centri storici si sono ridotti del 20%, portando di riflesso anche all’impoverimento di tutta la zona».

Spesa annuale media tariffe
Acqua 350 euro/anno
Gas 2300 euro/anno
Luce 3100 euro/anno
Rifiuti 350 euro/anno
Trasporti urbani 40 euro/anno
Totale 6140 euro/anno

Leggi Anche
Scrivi un commento