Tabacco: dopo Verona pronti per la manifestazione a Bruxelles

 

«Consideriamo estremamente importante il documento approvato oggi da otto paesi europei che riprende le posizioni espresse dalla filiera europea del tabacco già da molto
tempo e chiede di mantenere in vigore fino al 2013 il regime attuale di aiuti per il settore». È quanto ha dichiarato Pietro Pellegrini, segretario nazionale della Uila-Uil
a conclusione del vertice informale fra i ministri dell’agricoltura dei paesi dell’Unione Europea produttori di tabacco svoltosi oggi a Verona.

«Non è infatti azzerando la produzione in Europa che si combatte il tabagismo in Europa – ha proseguito Pellegrini – l’unica conseguenza dell’applicazione
immediata del disaccoppiamento totale sarà la perdita di tanti posti di lavoro, oltre 100.000 solo in Italia, oltre ché una grave perdita economica per tutta
l’Europa».

«Proseguiremo la nostra lotta a difesa dell’occupazione – ha concluso Pellegrini – il prossimo appuntamento è il 19 novembre a Bruxelles, dove la filiera
manifesterà per scongiurare l’azzeramento degli aiuti al settore. Ci auguriamo che la commissione in questa occasione prenda finalmente atto della nostra posizione, e
ascolti la voce del parlamento europeo che più volte ha ribadito il sostegno alle nostre tesi».

 

Leggi Anche
Scrivi un commento