Studi di settore, entro il 5 marzo l’invio del questionario Sose

Sta per concludersi l’operazione “Questionario sulla crisi”. Giovedì 5 marzo, infatti, comincerà la raccolta dei modelli predisposti da Sose (la Società per gli studi di
settore) e trasmessi via web dai contribuenti interessati alla stessa società. I dati che emergeranno dai questionari consentiranno all’agenzia delle Entrate di ottenere un quadro chiaro
degli effetti della crisi economica e procedere alla realizzazione del progetto di revisione di tutti gli Studi attualmente applicabili.   L’Amministrazione fiscale e la Società per
gli studi di settore hanno avviato, dalla fine del 2008, un’osservazione costante degli effetti della recessione economica che sta investendo tutti i settori produttivi del Paese. Questo
perché nell’attuale scenario appare di fondamentale importanza comprendere il fenomeno in atto e i riflessi che esso ha e potrà avere sulla generalità degli operatori
economici. Soltanto attraverso una profonda comprensione è infatti possibile un adeguato intervento sugli Studi e ottenere, sia la giusta rappresentatività degli stessi, sia un equo
prelievo fiscale.   Rispondere alle domande dei questionari, disponibili sul sito di Sose, significa favorire l’individuazione del “come”, “dove” e “quando” intervenire. Il contesto
di “normalità” a cui si riferiscono gli studi di settore va sempre, infatti, messo in relazione con il tempo, il luogo e il soggetto in esame. I quesiti sono di immediata e facile
compilazione, anche perché le informazioni richieste fanno parte di conoscenze specifiche di chi compila. I dati indicati nei modelli andranno poi a integrare quelli di natura economica e
contabile provenienti da banche dati e flussi telematici già disponibili grazie alla collaborazione delle associazioni di categoria. I questionari, differenziati per comparti di
attività economica, possono essere compilati anche in forma anonima. Per l’invio è sufficiente un clik.

Leggi Anche
Scrivi un commento