Stop ai cosmetici «Dove», Greenpeace protesta davanti alla sede dell'Unilever

A Roma questa mattina sono entrati in azione gli attivisti di Greenpeace, travestiti da oranghi, hanno bloccato l’ingresso della sede di Unilever, la multinazionale proprietaria del marchio di
cosmetici «Dove», gli attivisti hanno steso uno striscione con il messaggio «Dove distrugge la foresta per l’olio di palma» e hanno scaricato davanti all’entrata
dell’edificio una saponetta gigante munita di un amplificatore che diffondeva le grida degli oranghi.

Altre azioni in contemporanea si sono svolte a Londra e Amsterdam. Greenpeace denuncia che «Dove» sta distruggendo le foreste del Borneo – habitat degli ultimi oranghi –
contribuendo gravemente al cambiamento climatico. Per i suoi prodotti Unilever utilizza 1,3 milioni di tonnellate di olio di palma ogni anno, provenienti da aree recentemente deforestate
dell’Indonesia.

Leggi Anche
Scrivi un commento