Attivo impianto a pannelli solari in Sede Regione Lombardia

Milano – E’ attivo da oggi il nuovo impianto fotovoltaico, collocato sul tetto della sede di Regione Lombardia di via Pola 12/14, in grado di produrre energia pulita utilizzata per le
varie necessità (illuminazione, alimentazione computer, aerazione, ecc).

L’impianto, costituito da 234 pannelli, sviluppa una potenza di 49,5 KW e mediamente produce 140 KWh al giorno (sufficienti per alimentare l’illuminazione dell’intera Palazzina
«amaranto» e di circa un altro piano del complesso). Grazie all’energia solare prodotta saranno risparmiati oltre 13.000 metri cubi di metano all’anno – corrispondenti a circa 8.400
euro di spesa in meno – e saranno evitate emissioni di CO2 per quasi 29 tonnellate all’anno.

«Con questo primo modulo – ha spiegato l’assessore alle Reti, Servizi di Pubblica Utilità e Sviluppo Sostenibile, Massimo Buscemi – viene prodotta l’energia sufficiente per
l’illuminazione dell’intera palazzina e per il 20% del restante fabbisogno. Il nostro obiettivo – ha continuato Buscemi – è arrivare al 100% della copertura entro fine
legislatura».

Due coppie di totem – una all’ingresso di via Pola e l’altra all’interno dello SpazioRegione di via Filzi – illustreranno ai cittadini tutti i dettagli dell’operazione, fornendo informazioni
sul valore dell’irraggiamento solare, sulla potenza, rendimento e energia prodotta dall’impianto e sulle emissioni di CO2 evitate. Una postazione permetterà anche ai cittadini e agli
operatori di calcolare il risparmio energetico e i vantaggi economici di installare un impianto fotovoltaico simile a quello di Regione Lombardia sul proprio stabile.
Questo intervento fa parte di una politica di sostegno alla realizzazione di impianti fotovoltaici e solari termici e più in generale di promozione delle energie pulite e rinnovabili che
Regione Lombardia sta conducendo da tempo e che coinvolge anche le proprie sedi.

PIRELLI E ALTRA SEDE – Il Palazzo Pirelli è già da alcuni anni riscaldato a pompe di calore. Per il funzionamento dell’Altra Sede non sarà utilizzato alcun combustibile
inquinante. Al contrario, attraverso tecnologie innovative e all’avanguardia, si punterà al massimo risparmio energetico e a un profilo di alta sostenibilità ambientale.
Mediante l’utilizzo di pompe di calore tutta l’energia termica necessaria al riscaldamento degli edifici verrà ottenuta dal riscaldamento dell’acqua di falda pompata in pozzi sotterranei
e poi scaricata nel canale della Martesana. L’acqua di falda, nel periodo estivo, sarà utilizzata per il sistema di condizionamento.
Inoltre, una parte dell’energia elettrica consumata dagli edifici sarà prodotta dai pannelli fotovoltaici collocati sulle due facciate trasversali della torre e inseriti nella copertura
della piazza interna. Un’altra parte dell’energia necessaria sarà garantita da un impianto a idrogeno.
«Non solo l’Altra Sede di Regione Lombardia avrà un impianto all’avanguardia – ha concluso l’assessore Massimo Buscemi – ma ci sembrava opportuno dare il buon esempio e dotare
anche le attuali sedi di sistemi di riscaldamento e illuminazione non inquinanti. Anche per questo abbiamo fatto installare, in solo un mese e mezzo di lavoro, questi pannelli
fotovoltaici».
I pannelli sono costati 560.000 euro.

ENERGIA PULITE – La Lombardia produce il 20% dell’energia rinnovabile realizzata in Italia, possiede un terzo delle reti di teleriscaldamento, finanzia con decine di milioni di euro l’uso delle
biomasse, delle pompe di calore, del solare termico e del fotovoltaico (oltre 20 milioni negli ultimi 5 anni solo per solare termico e fotovoltaico). La Lombardia è oggi la regione
italiana con il maggiori numero di impianti fotovoltaici ed è stata la prima a introdurre la certificazione energetica degli edifici, incentivandola anche con benefici per gli enti che
la garantiscono.

Leggi Anche
Scrivi un commento