STK Garden, Me Milan Il Duca: Independence day con Jack Daniel’s

STK Garden, Me Milan Il Duca: Independence day con Jack Daniel’s

Festeggiare l’Independence day all’aperto, nel centro di Milano, senza accorgerti del gran traffico d’auto che ti circonda è stato possibile al STK, il format di ristorazione nato negli Stati Uniti (è presenta a New York, Washington DC, Miami, Chicago, Atlanta, Los Angeles, Las Vegas e Orlando; in Europa a Londra e Milano. Le prossime aperture saranno a Dallas e Toronto), dall’idea di fondere in un solo ambiente il carattere di un’autentica steakhouse con l’eleganza di una lounge contemporanea, infatti a Milano, arrivata due anni fa, è annessa ad uno degli ultimi alberghi aperti in città, il ME Milan Il Duca.

 

Qui, la festa dell’indipendenza è stata una sorta di prova generale di collaudo del giardino che si affaccia sulla trafficatissima piazza della Repubblica, a ridosso della “nuova moderna city”, per avere la certezza che l’STK Garden sarà protagonista indiscusso delle serate estive milanesi. Insomma, un’oasi di pace nel tran tran cittadino, tra piante lussureggianti e profumo di fiori , che al debutto, il 4 luglio, si è vestito a stelle e strisce per festeggiare la data più attesa dagli americani, il mitico Giorno dell’Indipendenza.

E la steakhouse per portare un po’ di America, le celebrazioni li ha organizzate in collaborazione con Jack Daniel’s, con un party che ha mantenuto tutte le premesse che gli ospiti si attendevano come essere teletrasportati con i sensi, i colori e i sapori, nelle di Washington DC per la parata più fun o negli Hamptons per un cocktail al sole; e senza muoversi da Milano. E’ bastato gustare un menù speciale a base di carne americana, e sorseggiando Jack Daniel’s in chiave special mixology, con un’inedita cocktail list estiva e fresca che lo propone insieme a pompelmo soda, pesche in
agrodolce o ananas grigliato, e con il più tradizionale Lynchburg Lemonade.
Un allestimento speciale, ottimi cocktails e la cucina più Americana che ci sia, per la serata che ha dimostrato di essere stato il party più internazionale dell’anno, tra orgoglio United States, musica e voglia di festeggiare limitless! Certamente sono stati i cocktail a base di Jack Daniels proposti dal bartender Franco Ponti – con la sua folta barba rossiccia lo fa sembrare un autentico “sudista” – a rendere l’atmosfera molto “made in Usa”: dal “Corky soda” (Jack Daniel’s, sciroppo di ananas grigliato, pepe e soda pompelmo rosa) al “Sazerac (con l’immancabile whiskey insieme a dash di farmily, zucca alla vaniglia, fave di cacao, peychuad bitter e angostura), da “lynchburg lemonade” (J.D, succo di limone, sciroppo di zucchero, soda) a “graceland” (Jack Daniel’s Tennessee whiskey, sherry amontillado, bitter Barbieri infuso in basilico limonato). Tutto accompagnato da un menu che punta molto sulla rivisitazione dei grandi classici americani come quelli preparati con manzo Wagyu, i Mac & Cheese all’astice e, naturalmente, la carne certificata.

In più, oltre al servizio raffinato, STK Milano si distingue puntando sulla socialità attraverso design raffinato con i coloratissimi complementi d’arredo MissoniHome e dj in-house, creando un’atmosfera elettrica dove l’energia è subito contagiosa. Poi c’è Jack Daniel’s Tennessee Honey, il whiskey prodotto dalla più antica distilleria degli Stati Uniti, che si conferma fantastico dopo cena, gustandolo ghiacciato, per fere sprigionare ancora di più il suo gusto unico grazie alla delicatezza data da un leggero sentore di miele, senza rinunciare all’inconfondibile carattere del wiskey americano. La sua ricetta originale si sviluppa grazie all’aggiunta di un liquore al miele finemente lavorato al classico Old N°7, una miscela nata per regalare un nuovo modo di gustare Jack Daniel’s. La sua morbidezza e la sua originalità entrano così in piena sintonia con il carattere conviviale del #dopocena, il momento più rilassato e coinvolgente della serata, adatto alle chiacchiere, ai ricordi, alle condivisioni tra amici, da rendere ancor più speciale grazie a Tennessee Honey.

Nel corso di questo mese, è programmato un viaggio che permetterà a Jack Daniel’s di toccare 8 città fino ad ottobre, in collaborazione con Gnammo (il principale portale italiano di social eating), con l’obiettivo diffondere il gusto di Jack Daniel’s Tennessee Honey. In ogni città saranno previsti eventi ad hoc per i cuochi della community di Gnammo, a cui spetterà poi il compito di servire al meglio Jack Daniel’s Tennessee Honey nelle proprie cene, condividendo così con i propri ospiti il perfetto #dopocena.

Maria Michele Pizzillo
Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento