Stefano e Michele, gelatieri a l’Aquila nel segno della speranza

Stefano e Michele, gelatieri a l’Aquila nel segno della speranza

La nuova gelateria avrebbero dovuto inaugurarla il 9 aprile 2009 a L’Aquila, la loro città. Tre giorni prima dell’apertura prevista, il terremoto che ha devastato il capoluogo abruzzese
sembrava aver cancellato anche il loro sogno. Ma Stefano Biasini e Michele Morelli, già titolari del “Gran Caffè” in Piazza Duomo, reso inagibile dal sisma, non hanno rinunciato ai
loro progetti, e tre mesi dopo, il 16 luglio, hanno realizzato quello per cui lavoravano da tempo, aprendo “La Piazzetta” in viale Corrado: un locale che unisce la torrefazione artigianale del
caffè alla gelateria di alto livello. Un locale che sta diventando un’istituzione nella città ferita dal terremoto, grazie a elaborazioni innovative come il gelato allo zafferano,
al Montepulciano d’Abruzzo, alla genziana. Creazioni che Stefano e Michele hanno portato al SIGEP di Rimini Fiera, nella collettiva Verso l’Eccellenza.

 

Questa vera e propria resurrezione è stata resa possibile anche grazie a Sergio Colalucci, campione del mondo di gelateria nel 2006, e quest’anno presidente di giuria alla
manifestazione riminese: aveva assistito Stefano e Michele fin dall’inizio del loro progetto di gelateria, e li ha aiutati a portarlo avanti nonostante tutto.

“Siamo contentissimi di questa nostra prima esperienza a Rimini – spiega Stefano – perché è un’opportunità di crescita, ma anche un modo per dare visibilità a
L’Aquila, ed evitare che si spengano i riflettori: c’è tutto un tessuto economico da ricostruire, e anche noi ne siamo parte. Quello che amiamo di più di questo lavoro è
vedere come cambia la faccia della gente quando assaggia i nostri gelati”. Anche i bambini premiano l’abilità di Stefano Biasini e Michele Morelli: è stato il loro gelato, infatti,
a essere scelto come “gusto Amicizia” dai ragazzi delle scuole che hanno partecipato al progetto “Non congelateci il sorriso” contro il bullismo.

Leggi Anche
Scrivi un commento