Sophia Loren Original Italian Food: a Firenze il primo ristorante di una catena destinata a diventare la n° 1 nel mondo

Sophia Loren Original Italian Food: a Firenze il primo ristorante di una catena destinata a diventare la n° 1 nel mondo

 

Sophia Loren Original Italian Food: a Firenze il primo ristorante di una catena destinata a diventare la n° 1 nel mondo

 

La celebre diva napoletana, autentic Made in Italy, ha creato questo ambizioso progetto insieme a un altro napoletano eccellente come Luciano Cimmino, imprenditore presidente di Pianoforte Holding a cui fanno capo i brand Yamamay, Carpisa e Jaked.

 

Firenze, 26 aprile 2021

Il primo locale è stato inaugurato oggi, in via de’ Brunelleschi al numero 11, nei locali che erano di Unicredit vicino al Duomo; è su tre livelli per 1.500 mq, 270 posti, e porticati con 60 posti all’esterno.
2 milioni di euro l’investimento a Firenze ma è solo il primo tassello di un grande mosaiche che coinvolgerà tutto il mondo. La fama di Sophia non conosce confini e nemmeno il suo amore per la buona cucina italiana.
Il piano di espansione prevede le prossime aperture a Napoli, Milano ma anche Dubai e Miami, Hong Kong e Shanghai.

In società con Luciano Cimmino, che detiene la quota di maggioranza (32%) della “Dream Food” ci sono “la famiglia Carlino, Sergio Ubaldo e Francesco Pinto, l’architetto Ivo Maria Redaelli, che ha allestito il primo locale, l’imprenditore Nicola Giglio con attività nel settore degli orologi e la società finanziaria di un professionista della City milanese”, dice ancora Cimmino. Costo dell’operazione, sin qui, tutt’altro che banale. “L’intesa con Sophia Loren è a sei zeri, accordo di licenza ibrido, con l’anticipo di una consistente fee, più royalties, percentuali sugli introiti.
Il locale ha due cucine professionali e due forni, e 40 persone; Original Italian Food offre un servizio di ristorazione, bar, caffetteria, pasticceria e cocktail&wine bar.

Le illustrazioni dei sottopiatti che riportano il volto della diva sono opera dell’artista napoletano Ernesto Tatafiore. Le pizze nel menù sono firmate da Francesco Martucci, miglior pizzaiolo d’Italia 2020 con il locale ‘I Masanielli’ a Caserta, la cucina è curata da Gennarino Esposito, chef con due stelle Michelin patron del ristorante Torre del Saracino, a Vico Equense e la pasticceria è di Carmine di Donna già guida della pasticceria del ristorante pluristellato dello chef Gennaro Esposito.

Anche il caffè parla napoletano, Caffè Vesuvio, l’espresso con “cuore napoletano”.

Dice la Sophia nazionale:-“Sono napoletana al 100% in ogni cosa che faccio, quando canto una canzone, quando ballo, penso, recito, quando scelgo cosa mangiare”,
Tutto è napoletano in onore della diva che per amore di Napoli si è accontentata di un semplice “accordo milionario” per la licenza del nome del locale e le royalty sugli incassi.

“Un sogno ambizioso e innovativo, iniziato nel 2014 che siamo ora riusciti a coronare nonostante le difficoltà legate a quest’ultimo periodo”, ha spiegato Luciano Cimmino presidente di Dream Food e Pianoforte Holding che ha come socia la famiglia Carlino. “Questo progetto nasce dal desiderio di intraprendere una nuova sfida imprenditoriale che ha l’ambizione di offrire un’esperienza singolare, tutta italiana, nel settore della ristorazione. Da sempre ammaliati dalla sua calcata mediterraneità, dal carisma che oltrepassa qualsiasi confine geografico e generazionale, abbiamo scelto Sophia come musa ispiratrice del progetto perché abbiamo pensato che potesse essere perfetta per dare la connotazione, fortemente italiana, che ci eravamo immaginati per questo progetto”. La Loren stamani saluterà Cimmino e i suoi ospiti a Firenze con un video. “Questa nuova avventura è la naturale evoluzione del mio modo di affrontare la vita con curiosità ed entusiasmo. Per me vivere vuol dire fare nuove esperienze, appassionarmi, sperimentare, lavorare a nuovi progetti perché tutto questo è un pretesto per rimettermi in gioco”, ha proseguito l’attrice, “per continuare a imparare. Quando mi è stato proposto di partecipare a questo progetto non ho avuto dubbi perché questo ristorante racchiude in sè alcune delle cose che più amo: la cucina italiana, i momenti di convivialità ad essa legati e poi diversi dei miei personaggi sono in qualche modo legati alla cucina”, ha detto Sophia Loren.

 

Redazione Newsfood.com
Nutrimento & nutriMENTE

 

Cosa dice Google News, lunedì 26 aprile ore 21:50

SOPHIA LOREN RISTORANTE

Redazione Newsfood.com
Nutrimento & nutriMENTE
Leggi Anche
Scrivi un commento