Solidarietà dei vini veneti per Haiti

Solidarietà dei vini veneti per Haiti

Treviso – Il vino veneto e il suo consumo responsabile diventano una occasione di solidarietà internazionale. Sabato 13 e domenica 14 marzo prossimi, in 54 piazze disseminate in
tutta la regione, i volontari della Croce Rossa consegneranno, in cambio di un’offerta minima di 5 euro a bottiglia, circa 15 mila bottiglie di vini veneti a DOC donate alla CRI dai produttori
soci dei consorzi a Denominazione aderenti all’Uvive (Unione vini veneti a DOC) e dalle Cantine Sociali del Veneto, tutte aderenti a Fedagri Confcooperative. Il ricavato sarà utilizzato
per finanziare le operazioni di soccorso ai terremotati di Haiti, messe in atto dalla Croce Rossa Italiana.

L’iniziativa è stata presentata nell’Ospedale di Ca’ Foncello di Treviso dalla Commissaria della CRI del Veneto Anna Maria Stefanelli, dal presidente dei Fedagri regionale Antonio Melato
e dal delegato della C.R.I. Veneto per la protezione civile e le relazioni esterne Fabio Bellettato, presenti il vicepresidente della Giunta regionale promotore dell’iniziativa, il direttore
generale dell’Ulls di Treviso Claudio Dario e i responsabili della CRI che realizzeranno la raccolta di aiuti finanziari.

In particolare, i fondi che saranno offerti in cambio delle bottiglie serviranno a completare l’acquisto di un ambulatorio mobile polivalente, attrezzato per medicina di base e soccorso
avanzato in quello che viene genericamente definito “ambiente ostile”, che verrà impiegato nel Nord di Haiti per l’aiuto in primo luogo ai bambini. L’acquisto del mezzo è
già stato finanziato per 50 mila euro dalla Giunta regionale tramite gli assessorati alla protezione civile e alla sanità e si presume che il contributo dei cittadini in occasione
della consegna dei vini a DOC dei produttori veneti permetterà di coprire l’intero costo. Anche perché – ha ricordato Melato – in questa occasione la cooperazione “sfodera” le
proprie radici solidali e, assieme ad Uvive, potrà mettere a disposizione anche più bottiglie di quanto originariamente previsto. Che non sono materiale deperibile – gli ha fatto
eco Bellettato – e potranno costituire una proposta di contributo nelle altre occasioni che vedranno coinvolti i volontari della CRI veneta.

Questo vino vale molto perché è solidale – ha affermato la commissaria Stefanelli – e mi auguro che le offerte siano generose perché destinate ad un obiettivo che tutti
condividiamo”. Tra i numerosi impegni della CRI ci sono anche le campagne contro l’abuso di alcol, “e in questo caso abbiamo accettato la proposta del vicepresidente della Giunta veneta e
l’offerta di Consorzi e cantine – ha aggiunto la Stefanelli – perché ci permetterà di proporre un prodotto della cultura del nostro territorio con un messaggio ben chiaro,
condiviso da noi e dalla Regione: “bevi responsabilmente”, per spiegare che ciò che è negativo è l’abuso, non il consumo consapevole”.

Dal canto suo il vicepresidente della Giunta ha ringraziato produttori e volontari della CRI per questo ulteriore impegno e per l’obiettivo che assieme ai cittadini si propongono di
raggiungere. E’ il frutto di una cultura di solidarietà che fa parte della storia di civiltà della nostra regione – ha detto – e auspico la più ampia partecipazione
all’iniziativa anche degli amministratori locali, al di là degli schieramenti.

Il sisma che lo scorso 12 gennaio ha sconvolto l’isola caraibica causando 223mila morti, oltre 300mila feriti e un milione e mezzo di senzatetto, ha colpito il secondo Paese più povero
del mondo. Da subito la Croce Rossa internazionale si è attivata per portare soccorso ai terremotati attraverso 140 tende e 11 incubatrici in un Campo allestito presso la capitale
Port-Au-Prince. Obiettivo primo era la produzione di acqua potabile e la fornitura di cibo a 53mila famiglie. Nelle ultime settimane sono stati visitati quasi 19 mila pazienti, trasportando
quattro tonnellate di aiuti umanitari.

Il Veneto ha già aderito massicciamente alla gara di solidarietà, affidando i propri contributi alla Croce Rossa e ad altre organizzazioni internazionali che oggi sono impegnate
sul campo. Si punta perciò ad una ulteriore amplissima adesione all’iniziativa del 13 e 14 marzo, sia da parte dei produttori, sia dei volontari, sia soprattutto di quanti vorranno
utilizzare questa occasione per finanziare l’iniziativa della CRI.

Queste le piazze del Veneto dove la Croce Rossa organizzerà la distribuzione delle bottiglie dei produttori veneti per Haiti:

Provincia di Belluno

  • Belluno Città
  • Feltre
  • Cortina d’Ampezzo

Provincia di Padova

  • Padova Città
  • Monselice
  • Este
  • Maserà
  • Cittadella
  • Trebaseleghe
  • Selvazzano Dentro

Provincia di Rovigo

  • Rovigo Città
  • Adria
  • Ariano
  • Loreo
  • Rosolina
  • Porto Viro
  • Porto Tolle
  • Taglio di Po
  • Fratta Polesine
  • Castelguglielmo
  • Canda
  • Pincara
  • Villanova del Ghebbo
  • Villamarzana
  • Costa di Rovigo
  • Arquà Polesine
  • Polesella
  • Trecenta
  • Badia Polesine
  • Stienta

Provincia di Treviso

  • Treviso Città
  • Castelfranco
  • Conegliano
  • Monastier
  • Mogliano
  • Montebelluna
  • Spresiano

Provincia di Venezia

  • Venezia Città
  • Mestre
  • Chioggia
  • Eraclea
  • Jesolo
  • Meolo
  • Musile di Piave
  • Noale
  • Noventa di Piave
  • Scorzè
  • Portogruaro
  • Concordia Sagittaria

Provincia di Verona

  • Verona Città
  • Peschiera
  • Sant’Ambrogio

Provincia di Vicenza 

  • Thiene
  • Vicenza città

 

regione.veneto.it
Redazione Newsfood.com WebTv – info@newsfoodcom.wpcomstaging.com

Leggi Anche
Scrivi un commento