Social network: libertà in sicurezza come prima regola

 

Roma – “La libertà della rete va preservata perché è ormai assimilabile al diritto alla realizzazione personale che ciascun individuo deve poter
rivendicare. Nel contempo, però, non va dimenticato che è compito delle istituzioni di creare le condizioni per un godimento sicuro di questo diritto”.

E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, commentando il monito dei Garanti della privacy a Facebook e agli altri social
network presenti sul web.

“Le web community – prosegue Dona – sono uno strumento di grande impatto per i cittadini, una meravigliosa opportunità di incontro, ma anche (e questo non va
dimenticato) una ottima occasione per i malintenzionati, soprattutto per quelli che tramano insidie pericolose per la tutela della privacy”.

“Condividiamo dunque il monito dei Garanti – conclude Dona – che, lungi dall’essere un attentato alla libertà della rete, si configura come una giusta
garanzia di tutela per chi vi ha accesso”.

Leggi Anche
Scrivi un commento