Soave, Etna,Vesuvio: Vulcania prosegue e si confronta con il gusto americano

Soave, Etna,Vesuvio: Vulcania prosegue e si confronta con il gusto americano

Prosegue il successo di Vulcania, il forum internazionale dedicato ai vini nati da suolo vulcanico, ideato e voluto dal Consorzio Tutela Vini di Soave, che ha registrato un nuovo successo con la
partecipazione a “Vesuvinum” l’evento organizzato dalla “Strada del vino Vesuvio e dei Prodotti tipici Vesuviani”, presieduta da Michele Romano, in collaborazione con Luciano Pignataro Wine Blog,
lo scorso 11 settembre ad Ottaviano, in provincia di Napoli.

Dopo il gemellaggio tra il distretto di origine vulcanica del Soave con la viticoltura dell’Etna, si aggiunge un nuovo importante anello di congiunzione all’interno del format di Vulcania che
affianca il Soave all’aerale del Vesuvio.

L’occasione, finalizzata a mettere insieme idee ed esperienze differenti, ha voluto rivolgersi soprattutto ai giornalisti e ai produttori, coinvolgendo qualificati esponenti del mondo della
ricerca e delle istituzioni.

Eccellente il parterre di vini Soave, selezionati per l’occasione, da una qualificata delegazione di giornalisti americani in visita nella denominazione del Soave, che hanno avuto la
possibilità di scoprire attraverso degustazioni e seminari specifici, in quale modo suoli di diversa origine possano influenzare il vino. I giornalisti ospiti, presenti sulle colline ad
est di Verona nell’ambito dell’ambizioso progetto promozionale che vede il Consorzio di tutela impegnato nella valorizzazione del Soave oltre oceano insieme a Veneto Agricoltura, hanno avuto
così la possibilità di cogliere appieno l’importanza del “fattore suolo” e di come il Soave, pur nella sua unicità, conservi al suo interno differenti espressioni.

I Soave così selezionati sono stati messi a diretto confronto con altre eccellenze enologiche presenti a Vesuvinum, nel corso di una degustazione condotta da Angelo Peretti, giornalista
enogastronomico.

Vulcania si conferma ancora un format interessante, in grado di offrire una chiave di lettura trasversale del Soave così come di altre produzioni enologiche non solo italiane ma anche del
resto del mondo.

Leggi Anche
Scrivi un commento