Signora 82enne salvata dalla pizza ai peperoni

Signora 82enne salvata dalla pizza ai peperoni

Un paio di Diet Cola ed una pizza ai peperoni: questo il pranzo che ha salvato la vita di Jean Wilson, anziana residente di Memphis, nel Tennessee. La sua strana storia ha suscitato l’interesse
del tabloid britannico “Daily Mail”.

Come scrive il giornale, da tre anni la signora si rivolgeva a Domino’s, pizza a pronta consegna. Ogni volta, miss Wilson chiedeva lo stesso menù: pizza ai peperoni, “larga e sottile”
ricordano i commessi, e due Coca Cola dietetiche. A portarle il cibo, sempre la stessa dipendente, Susan Guy.

Proprio Susan, dopo mesi di chiamate regolari, aveva notato l’assenza dell’anziana: “l mio capo mi ha detto che per tre giorni non aveva chiamato”. Così Susan si è rivolta al
superiore, chiedendo un permesso. Al diniego dell’uomo (“No, non devi fare una cosa del genere”), la risposta della signora è stata altrettanto netta: “Lo farò lo stesso. Se
proprio ci tieni, segnala che mi sono assentata dal lavoro”.

Susan Guy è così arrivata all’abitazione dell’anziana: ha suonato, ma nessuno è venuto ad aprire.

Preoccupata, la Guy ha cercato aiuto dai vicini, destando l’attenzione di uno di loro, Larry Comeaux. Ricorda l’uomo: “La signora che consegna le pizze è arrivata e ha bussato alla
porta, chiedendomi se avessi visto l’anziana per strada”. La risposta è stata: “No, forse non è in casa””.

Quando poi l’uomo ha ammesso di non aver visto la vicina di recente, la donna ha chiesto l’intervento della polizia. Gli agenti hanno sfondato la porta, trovando l’82enne amante della pizza
riversa sul pavimento.

Adesso, la fattorina della pizza è la star del momento, ma non sembra essersi montata la testa: “Non sono un’eroina, ma solo un pony express. Spero che l’anziana si ristabilisca in
fretta. Con noi è sempre molto gentile e ci apprezza molto. E questa tra i nostri clienti non è una cosa molto frequente”.

FONTE: “Pensioner’s life saved by her love of pizza (after Dominos noticed she’d missed her daily order for the first time in a year)”, Daily Mail 23/02/011

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento