Sicurezza sul lavoro: confronto in Provincia di Biella

Biella – Dopo l’ordine del giorno sui diritti e la sicurezza dei lavoratori, approvato all’unanimità dal consiglio provinciale di Biella (29 gennaio) il presidente Sergio
Scaramal ha avviato un tavolo di confronto che si è svolto martedì 8 aprile nella sala Maria Bonino.

Alla riunione erano presenti il viceprefetto Trematerra, Luigi Corrente della direzione provinciale del Ministero del Lavoro, Gianfranco De Martini presidente della Camera di commercio e
rappresentanti dell’Inail, Spresal Asl, Ascom, Api, Confartigianato, Cna, Unione Industriali, Cgil, Cisl, Uil, Collegio Costruttori Edili.
La riunione è stata giudicata dal presidente Scaramal «positiva e costruttiva» anche se il ruolo delle province dopo il decreto legislativo del 1 aprile scorso (in attuazione
della legge delega del 3 agosto 2007 n. 123) è stato ridimensionato e sarà la Regione attraverso un apposito comitato regionale ad assumere le competenze in materia.
Si è comunque ritenuto opportuno proseguire gli incontri a livello provinciale e a far sì che la prefettura prosegua l’esperienza dell’Osservatorio in materia di sicurezza sul
lavoro.

«Dobbiamo far sì – ha commentato Scaramal – che la prevenzione e la sicurezza sul lavoro siano elementi fondamentali che contraddistinguano anche la qualità dei prodotti del
nostro territorio ed il territorio biellese stesso. Il Biellese deve presentarsi come un territorio di qualità che ha a cuore i diritti e la sicurezza dei lavoratori. Occorrerà a
questo proposito puntare su progetti di formazione nelle scuole secondarie (in particolare istituti professionali) per rimarcare la necessità di una maggiore preparazione in materia di
salute e sicurezza sul lavoro»

Leggi Anche
Scrivi un commento