Sicurezza, a Palazzo Pirelli prova antincendio

Prove di evacuazione antincendio in grande stile questa mattina al Palazzo della Regione, alle 12:10 è scattato il primo allarme per la presenza di fumo al 22mo piano del Grattacielo
Pirelli, quattro minuti dopo, via altoparlante, è stato diffuso l’ordine di evacuazione per tutti coloro che si trovavano all’interno del Palazzo.

Nel frattempo erano già stati avvisati Vigili del Fuoco, 118 e Protezione Civile che alle 12.17 si trovavano nel piazzale di fronte alla sede delle Regione Lombardia per affrontare
l’emergenza.
Alle 12.35, quindi solamente 19 minuti dopo l’ordine di uscita, tutte le 887 persone (106 visitatori) che si trovavano all’interno del grattacielo erano radunate nei due punti di raccolta di
via Galvani e di via Vittor Pisani (dove in meno di quindici minuti sono stati allestiti tendoni di prima emergenza).

Ha avuto quindi pieno successo, permettendo di raccogliere importanti indicazioni, l’esercitazione antincendio che si è svolta questa mattina al Palazzo della Regione (via Fabio Filzi,
22), alla presenza della vice presidente Viviana Beccalossi e dell’assessore alla Famiglia e Solidarietà Sociale Gian Carlo Abelli.
L’iniziativa, promossa dalla direzione generale Presidenza, insieme alle direzioni Protezione Civile e Sanità, si inserisce nell’ambito della «Settimana della Sicurezza», che
prevede una serie di azioni a favore dei dipendenti della Regione Lombardia, e che si pone tre obiettivi precisi: informare, prevenire e tutelare.

«Oggi i dipendenti di Regione Lombardia – ha detto Viviana Beccalossi – hanno dimostrato che si può evacuare un Palazzo come il Pirelli in fretta e in maniera ordinata. Si tratta
di una esperienza fondamentale per gestire in maniera corretta le eventuali emergenze». La vice presidente ha ricordato come proprio pochi giorni prima l’incidente del 18 aprile 2002
(«in cui tragicamente hanno perso la vita due colleghe dell’avvocatura regionale») fossero state effettuate analoghe prove di evacuazione.
«Il bilancio di quel tragico incidente – ha sottolineato – avrebbe potuto essere ben più grave se non avessimo organizzato questo importante momento di formazione. Quindi,
continueremo a ripetere prove di questo tipo più volte all’anno perché siamo convinti dell’importanza di aiutare i nostri colleghi a lasciare il proprio posto di lavoro in totale
sicurezza».
Anche l’assessore Abelli ha sottolineato come la giornata di oggi «non sia casuale» ma si tratti invece di una iniziativa «di fondamentale importanza, inserita all’interno di
una intera settimana dedicata alla sicurezza».
«I dipendenti regionali – ha aggiunto – hanno dimostrato ancora una volta una grande professionalità. Hanno infatti pienamente compreso l’atteggiamento corretto da tenere di fronte
ad una emergenza e l’importanza di uno stretto raccordo con 118 e Forze dell’Ordine».

In occasione della «Settimana della Sicurezza» la Regione ha realizzato e distribuito ai dipendenti tre manuali: fascicoli tascabili, ma puntuali e assolutamente precisi
nell’illustrare le principali nozioni sulla sicurezza negli uffici, sulle procedure di emergenza di evacuazione e sull’utilizzo dei videoterminali.
Da lunedì e sino al termine della settimana sono in programma una serie di appuntamenti che affrontano i temi della sicurezza, della salute e più in generale della qualità
della vita. Sono state organizzate riunioni che illustrano la legislazione vigente sulla materia, seminari sulla corretta e sana alimentazione, visite guidate alla Centrale Operativa della
Regione e anche la possibilità di effettuare uno screening metabolico che prevede l’analisi di glicemia, colesterolo, trigliceridi, oltre che la misurazione della pressione arteriosa.

I NUMERI

Forze mobilitate per l’evacuazione del Palazzo Pirelli:
– Vigili del Fuoco: 6
– Protezione Civile del Comune di Milano: 21
– Polizia Locale del Comune di Milano: alcune pattuglie sia in auto che in moto
– Servizio 118: 18 fra personale medico e paramedico, 2 ambulanze, 2 auto mediche, 1 veicolo maxi-emergenze e 1 vettura di coordinamento.

Leggi Anche
Scrivi un commento