Sicilia: Il nuovo imperativo per il mondo del vino è alzare il tiro

Un mercato sempre più attento al prezzo ma anche alla qualità e alle garanzie offerte dal prodotto. E’ questo il nuovo scenario in cui le aziende vitivinicole italiane
si trovano ad operare. Gestione dei costi e ottimizzazione dei processi produttivi diventano le leve su cui si basa il successo.

Considerazioni giuste ma come fare? Attraverso un software. L’importante è poter contare su prodotti sicuri, studiati “su misura” per le esigenze del settore,
capaci di gestire ogni fase della produzione, dal vigneto allo scaffale.

Led Engineers ha per questo studiato LookOut, primo software gestionale ideato e brevettato per le esigenze del settore vitivinicolo. Con un unico sistema, ogni aspetto della vita
dell’azienda è seguito attraverso un solo programma che dialoga con ogni fase della produzione, così da permettere un aggiornamento in tempo reale e un allineamento
costante dei dati.

Con LookOut ogni dipendente può collegarsi al sistema gestionale attraverso, ad esempio, palmari. Tutto il personale dell’azienda può quindi controllare in tempo reale
l’avanzamento del lavoro: il magazziniere può aggiornare la situazione degli ordini, mentre l’amministrazione gestisce in automatico la retribuzione del personale, anche
quello stagionale. Sono solo alcuni esempi, perché lo stesso avviene in vigneto o in un deposito remoto. La piattaforma comune a tutti i settori della gestione aziendale diviene
utilizzabile anche dai partner esterni, come agenti o fornitori. E così rispondere ai requisiti di tracciabilità e rintracciabilità in ogni momento e in ogni
settore della produzione, imposti dalla certificazione aziendale, diviene più semplice.

I numeri parlano chiaro: con l’utilizzo di LookOut un impiegato amministrativo può risparmiare dal 30 al 40% del proprio lavoro settimanale. E un magazziniere riduce del
50% le proprie possibilità di errore. Si tratta di un risparmio non solo di tempo ma anche di denaro perché in grado di ridurre i costi di gestione dell’azienda del
20-25%.

E il fatturato, si sa, non va visto solo in termini di ricavo ma di guadagno netto.

Il mondo del vino è quindi pronto ad una rivoluzione che alcune aziende hanno già affrontato.

E’ il caso ad esempio di Tasca d’Almerita, che sin dall’inizio ha creduto nelle potenzialità di questo strumento. “Siamo un’azienda che punta alla
qualità, e per questo la nostra produzione è piuttosto costante in termini di bottiglie prodotte. Grazie a LookOut riusciamo però, anno per anno, a tenere sotto
controllo i costi industriali, e questo ci permette di aumentare la marginalità, sui nostri prodotti, anche del 20%” afferma il Conte Lucio Tasca.

Con LookOut Led Engineers ha portato la Sicilia all’avanguardia, superando il pregiudizio che vuole la regione caratterizzata da una mentalità chiusa. Oggi le aziende
vitivinicole siciliane presentano infatti il più alto grado di automazione raggiunto in Italia.

Ma la capacità di Led Engineers non è stata solamente quella di ideare un sistema gestionale all’avanguardia: con la creazione di LookOut ha introdotto anche un approccio
talmente innovativo da riuscire a mettere assieme aziende competitors per collaborare ad un progetto comune. Obiettivo: rendere le imprese italiane più competitive sul mercato
internazionale e brevettare, allo stesso tempo, un sistema tutto italiano studiato su misura per il settore, che possa essere utile anche per le aziende più complesse che
presentano tenute e vigneti in diverse regioni.

Le soluzioni impossibili non esistono: alzare il tiro è il nuovo imperativo!

Leggi Anche
Scrivi un commento