Sesta edizione di “Io faccio la spesa giusta”

Sesta edizione di “Io faccio la spesa giusta”

Io faccio la spesa giusta, settimana nazionale per il commercio equo e solidale, giunta alla sua sesta edizione, è diventata un appuntamento fisso per conoscere da vicino e provare
i prodotti ma anche per partecipare ai numerosi eventi ed incontri che si sviluppano nel corso dell’iniziativa.

Ideata e organizzata da Fairtrade Italia, in collaborazione con Legambiente, Banca popolare Etica, Movimento Consumatori, Arci e Librerie Feltrinelli, la settimana della Spesa giusta si
svolgerà in contemporanea nei supermercati Auchan, Carrefour, Conad, Coop, Crai, Lidl, Naturasì con promozioni e materiali che evidenzieranno le referenze equosolidali; nei
ristoranti aderenti a “Io faccio la cena giusta” (iniziativa collaterale proposta ai ristoranti bio per invitarli ad utilizzare prodotti equosolidali nel loro menù, in
collaborazione con Bio Bank, Aiab Emilia Romagna e Ourfood); nei self service della catena CIR Food delle province di Modena e Reggio Emilia che proporranno un Fairtrade Break all’insegna
dell’ananas fairtrade; nelle filiali di Banca popolare Etica; nelle piazze, con i banchetti organizzati da Legambiente e Movimento consumatori; nelle Librerie Feltrinelli in cui si
svolgerà la presentazione del libro “Equo & Solidale. Un ricettario per tutti i giorni” (edizione Tecniche Nuove) che propone più di 100 ricette con ingredienti di
commercio equo e solidale.

La settimana della spesa giusta, edizione italiana di una serie di manifestazioni analoghe che si svolgono in diversi Stati Europei, porrà così l’accento su un mercato
positivo ed in crescita per i produttori del Sud del mondo e per i consumatori, passato in Italia da 39 milioni di euro del 2007 (valore al consumo) ai 43,5 milioni del 2008; e, in tutto il
mondo, da 2,3 a 2,9 miliari di euro.

Per conoscere tutti gli eventi di “Io faccio la spesa giustawww.fairtradeitalia.it

Quest’anno Io faccio la spesa giusta si avvale della media partnership di Metro, La Nuova Ecologia e Vita non profit e della partecipazione del Giornale del cibo e di Zoes.

Leggi Anche
Scrivi un commento