Semplificata la gestione dei beni confiscati alle mafie

Il Dipartimento per lo Sviluppo delle Economie Territoriali e il Commissario straordinario del Governo hanno firmato il Protocollo di intesa per regolare la gestione dei beni confiscati alle
organizzazioni criminali.

Il Documento, sottoscritto presso la Presidenza del Consiglio, ha lo scopo di rendere più efficiente programma di riutilizzo dei beni e delle aziende requisite, attraverso una migliore
collaborazione tra le parti firmatarie del Protocollo.

«Nell’ultimo anno – ha spiegato il Commissario straordinario di Governo, Antonio Maruccia, coordinatore dell’iniziativa – sono stati tolti definitivamente dalle mani della
criminalità organizzata ben 68 beni immobili in Lombardia, numero inferiore solo a quello di Sicilia, Campania e Puglia».

L’accordo sottoscritto è importante anche sotto il profilo sociale, poiché pone le basi per sviluppare e affermare il principio di legalità soprattutto in quei territori
maggiormente esposti all’attività delle organizzazioni criminali. Inoltre, l’intesa raggiunta consente la promozione dei mezzi e strumenti in grado di facilitare i rapporti tra le
pubbliche amministrazioni e coloro che vogliono realizzare progetti di recupero e riuso dei beni sequestrati.

Leggi Anche
Scrivi un commento