SANA 2012: Almaverde BIO, il primo marchio del biologico italiano

SANA 2012: Almaverde BIO, il primo marchio del biologico italiano

FieraBologna, 24° SANA

Almaverde bio presenta la sua gamma al Sana, 8-11 settembre 2012

Con uno stand di 100  mq al padiglione 32 ,  Almaverde bio, il primo marchio del biologico italiano, è presente alla 24ma edizione del Sana a Bologna, dall’8 all’11
settembre.
La Fiera Sana, che si conferma come appuntamento irrinunciabile per il mondo del biologico, un’occasione unica per presentare l’intera gamma dei prodotti a marchio Almaverde, comprese le ultime
novità.
Oggi Almaverde bio vanta una gamma di prodotti che supera le 300 referenze ed è ideale per rispondere alle più svariate esigenze dei consumatori attenti al benessere e alla salute a
360  gradi.
Almaverde Bio è il marchio di Almaverde Bio Italia, un Consorzio al cui interno operano aziende leader dell’agroalimentare italiano specializzate nel biologico.  Una realtà
unica in Europa che mostra grandi potenzialità per andare incontro alla domanda crescente di biologico in Italia, con soluzioni e risposte affidabili, garantite ed efficienti.
Almaverde, un’eccellenza italiana tutta BIO.

 (dal sito di Almaverde)
Alimentazione bio
Scegliere di nutrirsi unicamente con prodotti provenienti dall’agricoltura biologica significa percorrere la strada del benessere alimentare, in armonia con i tempi e le risorse che sono in
natura. 
I prodotti biologici, coltivati con il solo utilizzo di sostanze naturali, sono il frutto di un’agricoltura sostenibile e rigidamente controllata: il risultato è
un’alimentazione che diventa stile di vita, consapevole scelta che viene portata avanti ogni giorno. 
La correlazione tra gli alimenti e la qualità della vita è un concetto
ormai radicato nella nostra cultura, a partire dal XIX secolo, periodo in cui il noto filosofo Ludwig Feuerbach scrisse Il mistero del sacrificio o l’uomo è ciò che mangia. Alla
base una concezione quantomai attuale: quella che prevede un legame intrinseco tra psiche e corpo. 

Tuttavia un’alimentazione sana e naturale, che non prevede l’utilizzo di sostanze
chimiche di sintesi come pesticidi e ogm, è cosa piuttosto recente.

Da quanto tempo si mangia biologico?
L’agricoltura biologica arriva in Europa negli anni ’50, dopo la seconda guerra mondiale. Antesignani di questa tipologia di coltivazione furono Rudolf Steiner e l’inglese Albert Howard,
fondatore di una scuola di coltivazione biologica in terra indiana.
Da allora, grazie anche a una crescente consapevolezza sugli effetti dell’alimentazione nella qualità della vita, i
metodi e la diffusione hanno conosciuto una crescita continua. 

Alimentazione bio significa varietà
Tra i primi dubbi da dissipare per quanti si avvicinano all’universo del biologico c’è sicuramente quello che tende a far coincidere l’alimentazione bio con una serie limitata di prodotti.
È vero il contrario: i prodotti bio compongono infatti un paniere decisamente variegato di alimenti.
A frutta e verdura vanno aggiunti anche i prodotti derivati e lavorati, ma non
solo. Ci sono anche gli alimenti pronti per essere riscaldati e gustati, quelli che solitamente accompagnano la giornata lavorativa di molte persone. 
Nella sezione i prodotti potete avere
un’ampia panoramica di alimenti biologici.

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento