Salame Cacciatore DOP: nel 2009 cresce la produzione per un giro d’affari del valore di quasi 35 milioni di euro

Salame Cacciatore DOP: nel 2009 cresce la produzione per un giro d’affari del valore di quasi 35 milioni di euro

Crescita dei volumi produttivi per le imprese produttrici di Salame Cacciatore DOP (Denominazione di Origine Protetta) iscritte al Consorzio. Nel 2009 la produzione è aumentata dell’1,6%
rispetto all’anno precedente, circa 3.400.000 Kg, per un valore al consumo di quasi 35 milioni di Euro.

“L’aumento di produzione di Salame Cacciatore Dop – afferma Sandro Gozzi, Presidente del Consorzio –  è in linea con la tendenza del consumatore di oggi, di ricercare sempre di
più la qualità e la garanzia di ciò che consuma. Per noi come Consorzio il controllo dei nostri prodotti rimane un obiettivo primario, tanto che da quest’anno abbiamo
rafforzato la nostra vigilanza, aderendo al servizio di vigilanza integrato, che l’Istituto dei Salumi Italiani Tutelati (ISIT)  ha avviato su tutto il territorio a partire dal quest’anno.
Gli agenti vigilatori interverranno con pieni poteri, per tutelare il Salame Cacciatore Dop dalle contraffazioni ed imitazioni presenti sul mercato, senza trascurare gli usi impropri della
denominazione.”

“La finalità della azione di vigilanza è quella non solo di intervenire per sanzionare – ai sensi  della vigente normativa nazionale – i comportamenti dannosi  per la
denominazione, ma anche per prevenire  situazioni  che possono creare confusione al consumatore” ha concluso Gozzi.

Nello scorso anno il Consorzio Salame Cacciatore ha investito importanti risorse nella attività di informazione sulla DOP, ponendo l’attenzione sulla riconoscibilità della
Denominazione e del marchio consortile. In particolare è stata condotta una campagna informativa sulle reti Sky, andata in onda da settembre a dicembre. Gli spot televisivi sono stati
affiancati da un’intensa attività di pubbliche relazioni sui mezzi stampa e radio televisivi che ha consentito di raggiungere oltre 10 milioni di contatti.

Consorzio Salame Cacciatore

Costituitosi a maggio del 2003, con lo scopo di proteggere e promuovere i Salamini Italiani alla Cacciatora DOP, il Consorzio Cacciatore ha già visto l’adesione di 35 imprese. Il
Consorzio ha una etichettatura comune e uniforme (un tassello consortile di facile e d’immediata identificazione) per facilitare la riconoscibilità del prodotto  per il consumatore.

Il Consorzio, ha la facoltà di agire su tutta la filiera del prodotto Salamini Italiani alla Cacciatora DOP, anche verso i soggetti non consorziati; dispone di poteri di vigilanza,
grazie anche a propri agenti “vigilatori” che sono in grado di contestare a fronte di abusi, atti di pirateria e contraffazione su tutto il territorio nazionale e non solo.

E’ promotore di programmi per migliorare la qualità delle produzioni in termini di sicurezza igienico-sanitaria, caratteristiche chimiche, fisiche, organolettiche e nutrizionali del
prodotto tutelato. Infine, il riconoscimento del Consorzio consente di svolgere le funzioni indicate dal decreto legislativo sulle sanzioni in tema di prodotti DOP – IGP.

Leggi Anche
Scrivi un commento