Sacconi: «un piano straordinario contro le morti bianche»

«Un piano straordinario per arginare il fenomeno delle morti bianche». E’ quanto ha annunciato il ministro del Welfare Maurizio Sacconi all’indomani delle ultime stragi sul lavoro
costate la vita a dieci operai. Sacconi, che oggi ha convocato le parti sociali sulla questione, ha dichiarato: «Dobbiamo realizzare un’impresa tra Stato, Regioni e parti sociali per
stabilire azioni concrete che servano a creare un ambiente sicuro. Le regole da sole non bastano».

In precedenza, in un’intervista ad un quotidiano, Sacconi aveva annunciato l’intenzione di modificare la legge Damiano sulla sicurezza sul lavoro. «Non ti pulisci la coscienza esasperando
gli adempimenti formali e le sanzioni collegate» ha detto, spiegando che occorrono soprattutto più informazione, formazione e prevenzione, perché la maggior parte di
infortuni nasce da errori comportamentali. Secondo il ministro le norme vanno riviste all’insegna della condivisione tra tutte le parti, anche con le imprese, superando la lacerazione che si
è prodotta.

Leggi Anche
Scrivi un commento