Roma: pista ciclabile, Esposito: «chiusura abusiva aumenta senso insicurezza»

Roma – «Se è questo il sistema di garantire la sicurezza del territorio, dobbiamo temere il peggio – ha dichiarato l’assessore all’ambiente Dario Esposito.

L’illegittima decisione di Fasoli, potrebbe ottenere l’effetto contrario a quello dichiarato e produrre un aumento esponenziale del senso di insicurezza. Infatti, questo è quello che
succede quando in un territorio si limitano le attività e si impedisce la normale frequentazione dei cittadini. Purtroppo Fasoli non sembra accorgersi della assurdità delle sue
azioni, tanto che stamattina ha imposto l’allontanamento delle squadre della Roma Multiservizi che avrebbero dovuto lavorare alla manutenzione del manto ciclabile (questo sì per la
sicurezza dei ciclisti) e di quelle che, invece, erano state destinate al consueto servizio di sorveglianza. Fasoli deve immediatamente recuperare il senso delle istituzioni che è quello
di lavorare per il cittadino e non di farsi propaganda politica, lo invito quindi di nuovo a revocare una ordinanza illeggittima e a dare invece ascolto alle istanze dei tanti cittadini e delle
associazioni che a gran voce in queste ore chiedono sicurezza, esigendo al contempo il rispetto del diritto di vivere in piena libertà tutto il territorio.»

Leggi Anche
Scrivi un commento