Roma: No alle bibite alla nicotina

Roma – Le bibite alla nicotina autorizzate in Gran Bretagna non possono essere vendute. E’ quanto osserva l’Unione Nazionale Consumatori in merito alla bevanda con il
15% di nicotina permessa in Gran Bretagna,che contrasta con la Direttiva n. 92/41/CEE e con l’art. 23 della legge italiana n. 146/1994,in base alla quale “è vietata
l’immissione in commercio di prodotti del tabacco destinati ad uso orale, eccettuati quelli da fumare o masticare”.

La sanzione prevista va da 1550 a 46.481 euro, cumulabile con quella prevista per chi usa negli alimenti un additivo non autorizzato. Il 15% di nicotina in una bibita, fa notare
l’Unione Consumatori, è una quantità mostruosa considerato che nelle sigarette è ammesso 1 milligrammo e il pericolo è che non si possa impedire
l’importazione di queste bibite perché in regola con la legislazione nazionale inglese.

Leggi Anche
Scrivi un commento