Rimini: Ecomondo 2008 – Dal «caffè pedalato», alla sfida tra i sindaci, agli acquisti verdi per le scuole

 

Produrre e consumare rispettando l’ambiente è possibile e conviene sempre di più. Lo dicono le imprese, le amministrazioni e i cittadini che hanno scelto la via
dello sviluppo sostenibile e che dal 5 all’8 novembre saranno tra i protagonisti a Rimini dello stand della Regione Emilia-Romagna ad Ecomondo (padiglione B5-D5).

Ricchissimo il programma di iniziative per toccare con mano buone pratiche e progetti innovativi capaci di mettere d’accordo ambiente e sviluppo. Ma ricchissimo anche il programma
degli ospiti e degli esperti che parteciperanno ad eventi insieme alla Regione. A partire da Jeremy Rifkin, il grande economista autore di «Economia all’idrogeno», che
interverrà venerdì 7 (dalle ore 9,30) a «Cooperare e competere per uno sviluppo sostenibile» organizzato da Legacoop Emilia-Romagna e Cooperambiente e al quale
parteciperà anche l’assessore regionale all’ambiente Lino Zanichelli.

Saranno invece Patrizio Roversi e Syusy Blady, insegnanti «per caso», che terranno una lezione sul tema dei rifiuti ad alunni delle scuole superiori riminesi giovedì
6 (ore 9,30), in occasione della presentazione del Report 2008 sulla gestione dei rifiuti in Emilia-Romagna.

Il primo appuntamento è mercoledì 5 novembre alle ore 14,30 con il convegno «Verso una produzione e un consumo sostenibili. Imprese, consumatori e pubbliche
amministrazioni insieme per la sostenibilità», cui è attesa anche il ministro dell’ambiente Stefania Prestigiacomo. Nel corso convegno verrà presentato
il nuovo Piano Regionale di Azione Ambientale. 

Lo stand della Regione illustrerà progetti avviati in questi anni insieme alle associazioni di impresa e dei consumatori quali la Vetrina della Sostenibilità, la
banca dati che raccoglie centinaia di prodotti e buone pratiche pubbliche e private, e ConsumAbile, la campagna regionale per un consumo attento e consapevole con il suo
decalogo per rispettare l’ambiente.

Le altre iniziative in programma

Vuoi un caffè? Pedala! Questo lo slogan della cartolina distribuita all’interno di Ecomondo per invitare il pubblico a visitare lo stand della Regione dove ognuno
potrà «guadagnarsi» il caffè pedalando su degli speciali «bici generatori» collegati ai distributori di Buonristoro: un modo molto chiaro per far
comprendere quanto sia difficile produrre energia e perciò quanto sia importante non sprecarla.

E ancora: all’interno dello stand ecco l’ecomercato virtuale della Bottega della Sostenibilità. Attraverso Internet sarà possibile rispondere a dubbi e
necessità del cittadino che vuole giorno per giorno «fare sostenibilità», visionando prodotti e buone pratiche, ed eventualmente inviando una mail di
interesse all’acquisto.

Acquisti verdi in primo piano anche con l’iniziativa organizzata il 6 novembre da Intercent-ER l’Agenzia regionale degli acquisti per la Pubblica Amministrazione, che
proporrà una gara telematica per acquistare nel pieno rispetto dell’ambiente arredi per le scuole della regione.

Da non perdere, ancora: la sfida dei sindaci, «Per un pugno di chilowatt», con gli amministratori pubblici che si affronteranno in singolar tenzone sui temi del risparmio
energetico; il gioco a squadre tra ragazzi delle scuole del territorio, dedicato allo sviluppo, alla mobilità sostenibile ed alle produzioni biologiche; i Videomessaggi ad
impatto zero registrati dall’attore Ivano Marescotti; da Wolfgang Sachs, ricercatore del Wuppertal Institut; dall’astrofisica Margherita Hack, dal direttore del «Centro
Euromediterraneo per i cambiamenti climatici» Antonio Navarra, dal preside di Agraria dell’Università di Bologna ed inventore del «Last Minute Market»
Andrea Segrè.

Anche le Associazioni Consumatori saranno presenti nello stand della Regione con un punto informativo gestito direttamente dal personale di Federconsumatori, Unione Nazionale
Consumatori, Acu, Arco, Codacons, Confconsumatori, Codici.

Tutto questo, e tanto altro ancora, è stato organizzato grazie al contributo di Gruppo Hera, Coop Adriatica, Landi Renzo, Buon Ristoro e Provincia di Rimini.

 

Leggi Anche
Scrivi un commento