Ricerca oncologica: finanziati 25 progetti per 1,3 milioni di euro

Firenze – Il 2008 inizia con ottime notizie per l’oncologia Toscana, nella sua ultima seduta la giunta regionale, su proposta dell’assessore per il diritto alla salute Enrico Rossi, ha
preso due importanti decisioni: ha approvato lo stanziamento di 1 milione e 300 mila euro per finanziare 25 progetti presentati da altrettanti ricercatori toscani e ha attivato l’Unità
di ricerca senese del Core research laboratory dell’Istituto Toscano Tumori, finanziandolo con oltre 500 mila euro.

ll bando Per iniziativa del direttore scientifico Lucio Luzzatto l’Istituto Toscano Tumori si è assunto l’impegnativo compito di mettere a punto un bando per la selezione di progetti
focalizzati sulla ricerca oncologica. Il bando, lanciato l’8 agosto 2007, prevedeva un primo vaglio internazionale da parte di revisori qualificati, seguito da un vaglio collegiale da parte
dell’ufficio di direzione. Il percorso si è ora concluso, strettamente entro i termini di tempo previsti. L’ITT, avendo ricevuto 88 domande di finanziamento provenienti dalle più
qualificate strutture di ricerca della Toscana (le Università di Firenze, Pisa e Siena, la Scuola Superiore Sant’Anna e la Scuola Normale Superiore di Pisa, la Asl 7 di Siena, il Cspo e
il Cnr), ha approvato alla fine 25 progetti: questi comprendono ricerche, tra le altre, sulle basi molecolari della crescita tumorale e dell’angiogenesi; sulla prevenzione e la diagnosi precoce
dei tumori del polmone, del seno, della prostata e del collo dell’utero; su nuovi bersagli terapeutici; sulle terapie di supporto. ITT CRL Unità di Siena Da tempo l’Istituto Toscano
Tumori sta lavorando per la realizzazione di un Core research laboratory toscano, che prevede cinque unità di ricerca presso Careggi e due unità di ricerca previste presso le
Aziende Ospedaliere Universitarie rispettivamente di Pisa e di Siena.

In seguito ad una selezione tra circa 30 domande, è stato ora identificato il dottor Mario Chiariello, primo ricercatore del Cnr presso l’Istituto di Endocrinologia ed Oncologia
Sperimentale «G.Salvatore» di Napoli, che si trasferirà a Siena come responsabile dell’Unità di ricerca chiamata «Trasduzione del segnale» (questo termine
indica la catena di reazioni che trasmette segnali dalla superficie cellulare verso bersagli intracellulari): specificamente, Mario Chiariello svilupperà un filone di studio sul
«Ruolo della proteina Erk8 nell’ambito della crescita cellulare normale e neoplastica». La Regione ha effettuato per Siena uno stanziamento di 520 mila euro, compresa una quota
destinata a potenziare l’attività di trias clinici svolta presso l’Unità operativa di immunologia oncologica di Siena diretta dal professor Michele Maio. L’AOU
senese elaborerà un programma operativo complessivo in cui saranno descritte le modalità per lo sviluppo del progetto.

Susanna Cressati

Leggi Anche
Scrivi un commento