Realizzazione e gestione dell'hub di Alessandria

Alessandria – La Giunta provinciale, su proposta del presidente Paolo Filippi, ha approvato il testo definitivo del protocollo d’intesa che dovrà essere sottoscritto tra le
Ferrovie dello Stato spa, le Regioni Piemonte e Liguria, le Province di Alessandria, Genova e Savona, i Comuni di Alessandria e di Genova, le Autorità Portuali di Genova e di Savona, la
Fondazione SLALA, Confindustria Liguria e Piemonte, per la realizzazione e gestione dell’hub di Alessandria e di una rete di infrastrutture stradali, ferroviarie e portuali destinate a
sostenere lo sviluppo del sistema di trasporto delle merci.

«La realizzazione di un grande hub nazionale, collegato anche alle attività del sistema dei porti di Genova e Savona – spiega il presidente Paolo Filippi – significa aumentare la
potenzialità del sistema portuale con riferimento al territorio europeo e al recupero di competitività rispetto al Mediterraneo e al Nord Europa, supportando l’attività
portuale con lo sviluppo di servizi di logistica di alto livello nell’area alessandrina, che contribuiranno al decongestionamento delle aree e al sostegno dell’incremento di traffico previsto
nei prossimi anni».
Tra le finalità del documento ci sono l’incremento del traffico ferroviario delle merci e il riequilibrio tra i modi di trasporto; la razionalizzazione e il potenziamento dell’uso delle
infrastrutture e l’integrazione tra le diverse modalità di trasporto; l’eliminazione delle strozzature e il decongestionamento dei grandi assi tramite corridoi multimodali e progetti di
grandi infrastrutture per il completamento dei valichi alpini; la diffusione dell’utilizzo di nuove tecnologie, volte alla riduzione dei consumi energetici e del carico inquinante e all’aumento
dell’efficienza e della qualità dei servizi; il rispetto delle condizioni di concorrenza regolata; l’inserimento della politica dei trasporti in una strategia generale con l’equilibrio
tra tutela del paesaggio e sviluppo antropico e il corretto utilizzo delle risorse territoriali; l’armonizzazione tra la pianificazione territoriale generale e la pianificazione di settore.

Su queste basi, i soggetti attuatori dell’accordo si impegnano a promuovere e sostenere un insieme di attività finalizzate alla valorizzazione dell’impianto di smistamento di
Alessandria, quali la rifunzionalizzazione degli aspetti impiantistico-tecnologici delle aree di scalo per renderle idonee alle nuove attività previste; la realizzazione delle
infrastrutture viabilistiche necessarie ad assicurare un’adeguata accessibilità allo scalo; l’estensione del regime doganale portuale alle aree destinate alla terminalizzazione
retroportuale; lo sviluppo di insediamenti, in aree limitrofe allo scalo, dedicati ad attività di logistica complementare; lo sviluppo di sistemi informatici finalizzati all’automazione
e ad una più efficace gestione delle operazioni portuali e retroportuali. Da parte sua, la Provincia di Alessandria curerà la progettazione preliminare dei collegamenti stradali
necessari a rispondere alle esigenze del nuovo hub, promuovendo azioni volte a velocizzare gli iter autorizzativi degli interventi.

Leggi Anche
Scrivi un commento